Degrado, la replica di Ricci: ''Oltre 3000 opere e restauri hanno migliorato il territorio''

Claudio Ricci 2' di lettura 30/10/2012 - Ad intervalli regolari (per guadagnare qualche titolo sulla stampa, da parte dei soliti critici) ad Assisi ritorna il tema del degrado (sugli stessi temi, in modo ripetitivo), senza valutare che, nel territorio, sono stati realizzati oltre 3500, fra restauri, opere e infrastrutture, che hanno completamente migliorato il paesaggio territoriale come notano, e ci comunicano, cittadini e ospiti di Assisi.


Il tutto senza aumentare ne tasse e ne tariffe, malgrado i tanti minori trasferimenti dallo Stato per oltre 2.6 Milioni di Euro in un solo anno).
In merito ai problemi citati (i soliti da anni mentre le tante opere e iniziative realizzate non vengono mai menzionate) si ricorda che per il Pincio (Parco Regina Margherita) è in itinere la variante urbanistica e il progetto (una vota approvato sarà realizzato, con opera di restauro ambientale, attraverso le risorse del PUC II che dovrebbe finanziare anche la riqualificazione del teatro Pietro Metastasio).
Per quanto attiene alle Rocche (Maggiore e Minore) forse sarà sfuggito ai critici ma, negli ultimi anni, sono state realizzare opere di consolidamento e restauro per molti Milioni di Euro (e tanto di manifesti per le relative inaugurazioni), con finanziamenti chiesti e trovati dal Comune, e attività di valorizzazione legate anche alle tematiche del medio evo (ancora in corso di sviluppo).
Sulla frana Ivancich è bene che si rivolgano, i soliti critici, al Provveditorato Opere Pubbliche e al Ministero dell'Ambiente (titolari dell'opera di consolidamento) ricordando che il Comune, insieme agli enti citati, sta sollecitando la soluzione del problema (l'appalto dell'ultimo stralcio lavori è stato fatto e si sta aspettando l'autorizzazione a iniziare le opere per le relative somme di spesa).
Per quanto attiene al muro di via di Via della Selva in Assisi (problema nato da un cantiere privato) entro pochi mesi il Comune risolverà il problema (le risorse ci sono e le procedure sono in atto).
Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci non intende replicate alla critiche e tantomeno alle riflessioni sulla moralità della politica (che si vorrebbe mescolare con il presunto degrado urbano) in quanto ognuno dimostra con i suoi comportamenti, che la gente sa bene giudicare, la propria credibilità attraverso l'esempio quotidiano e i risultati concreti che sa ottenere.


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2012 alle 17:28 sul giornale del 31 ottobre 2012 - 994 letture

In questo articolo si parla di politica, assisi, degrado, claudio ricci, enrico sciamanna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/FwA