Cannara: erogati contributi per materna e scavi archeologici

Giovanna Petrini ed Elisabetta Galletti incontrano gli studenti 2' di lettura 12/12/2012 - Con la seconda variazione al bilancio di previsione per l’anno 2012 il Comune di Cannara ha reperito le risorse per una serie di progetti ed investimenti tra cui il contributo per la scuola materna paritaria Irre gestita dalle suore salesiane e per la zona archeologica di Urvinum Hortense.

Il consiglio comunale è stato infatti chiamato a ratificare l’ultima variazione al bilancio di previsione per l’anno 2012, approvata con il voto unanime dei consiglieri di maggioranza mentre metà minoranza è uscita dall’aula e metà ha votato contro.
Con tale atto infatti l’amministrazione comunale ha stabilito l’erogazione di un contributo di € 10.000 per la scuola dell’Infanzia, contributo che va ad aggiungersi a quello già in essere per il trasporto scolastico e per l’educazione motoria come già definito nel protocollo d’intesa già approvato dal consiglio.
“Con l’erogazione di tale contributo intendiamo sostenere in maniera ancora più significativa – spiega il Sindaco Giovanna Petrini - la scuola per l’infanzia paritaria gestita dalle Suore Salesiane, l’unica esistente nel nostro territorio e che accoglie oltre cento tra bambine e bambini, ribadendo il riconoscimento di tale fondamentale istituto cosi come dell’importanza delle Suore Salesiane nella comunità cannarese ai fini della formazione e dell’educazione, opera in cui da qualche anno le stesse suore sono supportate da altrettanto valido personale laico. Il nostro è solo un primo passo in questa direzione poiché stiamo costruendo un percorso più articolato con il coinvolgimento delle istituzioni religiose e della società civile ovviamente in collaborazione con il cda degli IRRE che a breve verrà rinominato essendo il precedente ormai giunto a scadenza”.
Con il medesimo atto, inoltre, è stato cofinanziato il contributo di € 10.000 erogato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia con ulteriori € 10.000 per interventi di valorizzazione e restauro reperti relativi alla zona archeologica di Urvinum Hortense, gestiti dal Professor Maurizio Mattini Chiari dell’Università degli Studi di Perugia e proprio in questi giorni è stata inviata in Soprintendenza la richiesta per il rinnovo dell’autorizzazione agli scavi dal 2013 al 2017.


Foto di testata:
il sindaco Petrini e l’assessore Galletti incontrano i bambini della materna. Sotto, gli scavi di Urvinum Hortense








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2012 alle 15:11 sul giornale del 13 dicembre 2012 - 1677 letture

In questo articolo si parla di scuola, economia, archeologia, bilancio, cannara, comune di cannara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HaM