Le aziende del territorio spalancano le porte ai giovani tirocinanti

Giovani 3' di lettura 15/01/2013 - Nel corso del mese di dicembre 2012, nei Comuni di Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara e Valfabbrica sono stati avviati 14 stage formativi, per altrettanti giovani residenti sotto i 30 anni di età.

I tirocini sono stati attivati presso attività e aziende del territorio, quali fornai, pasticcieri, casari, pizzaioli, sarti, maglieristi, falegnami, fabbri, lavoratori del cuoio, vivaisti in aziende artigiane.
Stiamo parlando del progetto “Giovani saperi, antichi mestieri”, ideato dagli Assessorati alle Politiche Giovanili e dall'Ufficio di Piano della Zona Sociale 3, con la collaborazione del proprio Servizio di Accompagnamento al Lavoro (SAL) e delle Coop. Soc. ASAD e Frontiera Lavoro. “Il progetto” – ha spiegato l'Assessore Francesco Mignani di Assisi, a nome di tutte le amministrazioni comunali della Zona Sociale 3 – “è innovativo e vuole favorire la riscoperta da parte dei nostri giovani delle arti e dei mestieri tradizionali appartenenti al loro contesto di vita. Purtroppo oggigiorno proprio le giovani leve rischiano di essere le meno informate circa gli sbocchi occupazionali offerti da quelle lavorazioni manuali di qualità che sono tipiche di artigianato, produzioni agricole, manifatture alimentari e così via. È uno dei motivi che ci ha spinto a proporre dei percorsi di conoscenza e apprendimento delle arti e dei mestieri tradizionali della nostra cultura locale, stimolando i tirocinanti a considerarli una concreta opportunità per la costruzione del loro futuro lavorativo”.
“Giovani saperi, antichi mestieri” significa anche mettere insieme la creatività dei giovani – in particolare la loro indiscutibile abilità nell'uso delle ICT (Information Comunication Technology) – con i saperi e le competenze delle occupazioni artigiane: infatti le piccole imprese aderenti al progetto potranno migliorare a costo zero la propria visibilità nel web e la promozione dei prodotti grazie alle competenze dei giovani tirocinanti. Si tratta dunque di uno scambio di saperi tra generazioni.
Il progetto è partito a Settembre 2012 con la fase di promozione e informazione da parte degli operatori del Servizio SAL rivolta a numerose imprese presenti nella Zona Sociale 3 con attività attinenti agli antichi mestieri; sono state quindi raccolte disponibilità e adesioni in numero sufficiente alla realizzazione del progetto. A Ottobre è stato pubblicato il bando di concorso a cui hanno partecipato 25 giovani tra cui sono stati poi selezionati, a Novembre, i 14 beneficiari dei percorsi formativi della durata di due mesi (e 20 ore settimanali). Gli stage sono supportati da tutor aziendali che affiancano il percorso formativo in sede e dagli operatori del Servizio SAL che effettuano il monitoraggio. La supervisione è assicurata dal Promotore Sociale e dall'Ufficio di Piano della Zona Sociale 3. Al termine del progetto, la prossima primavera, dopo che i tirocinanti avranno concluso i periodi di inserimento in azienda e realizzato le azioni promozionali sul web, i Comuni della Zona Sociale 3 presenteranno il report con la verifica dei risultati conseguiti dall'intervento.


da Francesco Mignani
Giunta comunale Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2013 alle 03:41 sul giornale del 15 gennaio 2013 - 736 letture

In questo articolo si parla di lavoro, giovani, assisi, bettona, valfabbrica, cannara, bastia umbra, tirocinio, francesco mignani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Idt