Crisi economica, la proposta di Luigi Marini: ''Fontanelle ad Assisi e S.Maria degli Angeli''

Luigi Marini 2' di lettura 06/02/2013 - Al fine di “aiutare le famiglie sempre più strette dalla crisi economica ed allo stesso tempo anche per migliorare l’ambiente”, il capogruppo di Uniti per Assisi Luigi Marini propone attraverso un’interpellanza l’installazione sperimentale di due fontanelle di acqua minerale ad Assisi capoluogo e Santa Maria degli Angeli.


“Se le due fontane pilota” avranno successo - aggiunge - chiediamo sin da ora di estendere il servizio anche a Viole, Rivotorto, Petrignano, Palazzo, e via via in tutte le frazioni. Questo perché le fontanelle danno la possibilità di fornire acqua buona e di qualità a costi bassissimi, così da aiutare i bilanci delle famiglie sempre più intaccate dalla crisi economica, senza dimenticare che da Assisi, terra di S. Francesco patrono dell’ecologia, partirebbe un messaggio positivo anche in chiave ambientale: meno autotreni sulle strade che trasportano bottiglie e meno plastica che finisce nella spazzatura. Basti pensare che l’Italia produce 12.4 miliardi di bottiglie l’anno consumando 655 mila tonnellate di petrolio e immettendo nell’aria 910 mila tonnellate di CO2.
Come riportato nel sito di Umbria Acque, partner dell’iniziativa di concerto con la Regione e con gli Ati 1 e 2, ogni fontanella eroga acqua naturale e gassata, refrigerata, al prezzo modico di 5 centesimi per ogni litro e mezzo e rimane in funzione tutti i giorni dalle ore 7 alle ore 23. Nelle ore notturne di chiusura, il distributore procede alla sanificazione automatizzata dell’impianto; l’acqua delle Fontanelle è la stessa che arriva nelle case, ma viene sottoposta, prima dell’erogazione, a tre trattamenti per migliorarne le qualità organolettiche e la gradevolezza”.
Il tutto si può constatare, in quanto già presenti in fase di programmazione a Perugia, Città di Castello, Gubbio, Castiglion del Lago, Magione, Marciano, Pietralunga, Cannara e Tuoro sul Trasimeno. Le fontanelle - conclude - riscuotono da mesi il gradimento dei cittadini, l’obbiettivo è quello di consentire un programma di consumo più controllato dell’acqua e per avviare una campagna di informazione all’utenza su un utilizzo responsabile e consapevole della risorsa idrica”.


da Luigi Marini
Capogruppo consiliare Uniti per Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2013 alle 18:19 sul giornale del 07 febbraio 2013 - 1305 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, acqua pubblica, santa maria degli angeli, luigi marini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/I7Z