Elezioni politiche, Freddii: ''Opposizione confusa''

Rino Freddii 3' di lettura 04/03/2013 - Collegare il risultato delle recenti consultazioni politiche alla mancanza del numero legale nell’ultimo consiglio comunale (l’unica volta che è accaduto e come tutti ben sanno per la concomitanza di vari motivi, non certo politici) è il vano tentativo del collega Marcucci di mascherare quello che nella nostra città è stato il vero “ri-tonfo”, e cioè lo scarso consenso ottenuto dal suo candidato Cianetti.

Quello che emerge invece da queste consultazioni è in estrema sintesi la “vittoria non vittoria” della sinistra, la straordinaria rimonta del Popolo della Libertà, il boom del M5S, la scomparsa dei partiti giustizialisti e l’inesistenza del terzo polo.
Considerando le risposte di Grillo in merito alle offerte di Bersani e Vendola di entrare nell’esecutivo, la strizzatina d’occhio dell’opposizione assisana al M5S con argomenti lontani dalle reali emergenze del Paese e del nostro Comune, oltre ad essere bizzarra, conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, la totale mancanza di percezione del momento che stiamo attraversando e l’inadeguatezza a rappresentare una valida alternativa per la guida della città.
Oltre che sulle sorti dell’ospedale e dell’aeroporto, le tematiche su cui bisogna confrontarsi anche localmente e trovare al più presto soluzioni adeguate sono quelle relative alla sicurezza, al lavoro, al numero crescente di famiglie in stato di povertà, all’impossibilità di accedere al credito e alle insostenibili difficoltà che stanno attraversando le imprese.
Queste sono le priorità, non altre, ed è per queste che da anni ci stiamo impegnando, pur non avendo come Comune competenze specifiche e tantomeno finanze adeguate, ed è su queste che sollecitiamo suggerimenti da tutte le forze politiche (dentro e fuori l’aula consiliare) e dalle varie associazioni ben sapendo (noi) di non essere i depositari della Verità.
Nel 2012 aver lasciato inalterate tutte le tasse e le tariffe senza averne introdotte di nuove, non applicare l’addizionale IRPEF, progettare e realizzare diverse ed importanti opere pubbliche, ospitare eventi di risonanza internazionale, nonostante il taglio di 2.6 milioni di Euro dei trasferimenti statali e regionali, ha rappresentato per i cittadini, le attività in genere e per il settore turistico una vitale boccata di ossigeno e per noi motivo di orgoglio.
Personalmente credo non si potesse fare di più e meglio.
Anzi mi auguro e auguro a tutti che pure per il 2013 si possa ripetere questo “miracolo” (che dura da 16 anni), anche se credo che sarà difficilissimo se non impossibile lasciare inalterate le entrate fiscali considerato l’ulteriore taglio di 2.5 milioni di Euro da parte delle Istituzioni sovracomunali.
Quello che è certo è che stiamo affrontando da mesi la stesura del nuovo bilancio mettendo responsabilmente a disposizione della città e del preparatissimo staff tecnico la nostra sensibilità, le capacità personali e la collaudata e necessaria esperienza amministrativa acquisita per continuare a ridurre le spese, a ottimizzare le risorse e a cercare di superare questa fase difficilissima senza subire danni irreparabili.


da Rino Freddii
Gruppo consiliare Popolo della Libertà





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2013 alle 01:29 sul giornale del 04 marzo 2013 - 941 letture

In questo articolo si parla di politica, rino freddii

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Kan





logoEV
logoEV