SEI IN > VIVERE ASSISI > ATTUALITA'
articolo

''Così conobbi Papa Francesco''. La testimonianza di padre Guglielmo

1' di lettura
2519

Padre Guglielmo Spirito

Un arcivescovo “sempre con la gente”: cosi' un frate francescano di Assisi, argentino, padre Guglielmo Spirito - che parla con i giornalisti con la bandiera del suo Paese sulle spalle - ricorda papa Francesco a Buenos Aires, dove lo aveva conosciuto. ''Penso che con lui troveremo un cambiamento epocale'', assicura.

''Quando ho riconosciuto il suo nome, dopo l'annuncio dell'elezione, non ci potevo credere'', continua il francescano, italo-argentino come il nuovo papa. ''Era un motivo di allegria, ovviamente per la provenienza - spiega - ma soprattutto per la scelta di preferire una persona gettata nella pastorale, che si occupa di rapportarsi in modo spicciolo con la gente''. ''Quello che ha caratterizzato il suo modo di fare mentre era arcivescovo - ricorda padre Spirito - era di essere completamente 'mescolato' con la gente, a disposizione continuamente dei suoi preti, senza nessun simbolo che richiamasse altro''. ''Per me - spiega ancora il francescano, che vive in un convento a Rivotorto di Assisi - e' stata una sorpresa eclatante. E' una persona cosi' mite, cosi' sobria, cosi' alla mano. La scelta dei cardinali implica scegliere uno stile di vita e il fatto che lui abbia scelto il nome Francesco credo che sia un programma di pontificato''.


Nelle foto:
padre Guglielmo Spirito con i giornalisti (foto Mauro Berti per Rivista San Francesco)





Padre Guglielmo Spirito

Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2013 alle 02:32 sul giornale del 16 marzo 2013 - 2519 letture