In centocinquanta da Assisi a Roma per il saluto a papa Francesco

1' di lettura 20/03/2013 - Tre Autobus, in rappresentanza della Diocesi di Assisi (circa 150 persone), sono partiti (alle 4.30 da Assisi) per porgere il grato saluto a Papa Francesco in occasione della S. Messa per l'inizio del Pontificato (ispirato, al nome e ai valori, del Santo di Assisi).

Un sole ha illuminato la piazza e, all'arrivo in San Pietro, numerosi i cartelli che inneggiano a Papa Francesco (nella foto): un clima di grande festa e speranza (auspicando, presto, una visita del Papa ad Assisi).
Il Papa prima della S. Messa a piedi, e con la Papa mobile scoperta, cerca il contatto con la gente un abbraccio, come Francesco d'Assisi, con ogni persona per essere vicino agli ultimi (e sentirsi una comunità).
Molte volte la gente invoca Francesco e persone, durante la messa, fanno benedire oggetti (Foto) e bambinelli (citazione, forse, del Presepe di San Francesco d'Assisi).
Durante la S. Messa un silenzio di speranza sintesi del Mondo alla ricerca di un orientamento (ci siamo sentiti come assisani e umbri in cammino lungo le strade della storia).
Il Papa durante l'omelia ha ricordato il dovere di essere custodi, gli uni degli altri e del creato, come citato da San Francesco d'Assisi (Assisi, luogo del dialogo, dell'incontro e della tutela dell'ambiente e del creato sembra, oggi, nuovamente rimessa in luce nel nome di Papa Francesco).


Nella foto in basso:
lo striscione “Assisi ti aspetta” per il pontefice (foto AFP/repubblica.it)


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2013 alle 01:03 sul giornale del 20 marzo 2013 - 1224 letture

In questo articolo si parla di attualità, claudio ricci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/KO1