Piazza S. Francesco, Buongiorno Assisi annuncia esposto alla Corte dei Conti

Piazza Inferiore San Francesco 2' di lettura 18/03/2013 - All’assemblea pubblica di sabato scorso organizzata da Buongiorno Assisi, alla quale hanno partecipato una cinquantina di persone, è emerso con chiarezza che con la convenzione approvata dal Consiglio Comunale lo scorso 4 marzo il Comune ha di fatto regalato il sottosuolo della Piazza Inferiore di S.Francesco ai frati del Sacro Convento.

Nonostante le rassicurazioni del sindaco e dei frati la Convenzione non può impedire il cambio di destinazione d’uso e, di conseguenza, anche la possibilità di aprire nuove attività commerciali (negozi, bar, ristorante, ecc.), in qualsiasi momento. È anche chiaro che grazie a questa convenzione il Comune non potrà richiedere ai frati l’IMU sui locali ricavati nel sottosuolo.
Rimangono ancora oscuri alcuni elementi che potrebbero celare risvolti ancora più preoccupanti:
1 – da dove avverrà l’ingresso agli oltre 1.200 mq di locali (oltre ai 500 mq dei bagni, già realizzati!)? Forse dalla Piaggia, magari con percorso meccanizzato che arriva fino al parcheggio di Ponte S.Vetturino, la qualcosa escluderebbe di fatto l’intera città dal flusso turistico diretto verso la Basilica;
2 – quale sarà il destino dell’Hotel Subasio? Non vorremmo che ci fosse un progetto complessivo che in qualche maniera leghi il futuro dell’Albergo più prestigioso della città agli spazi sotto la Piazza Inferiore.
È altrettanto evidente che l’eventuale destinazione a fini commerciali del sottosuolo della Piazza Inferiore darebbe il colpo di grazia al tessuto commerciale della città, che già versa in gravissimo stato di crisi.
Nel corso dell’Assemblea si è deciso di dare inizio ad una raccolta di firme contro questa assurda decisione della amministrazione comunale da inviare al Sindaco di Assisi e, sotto forma di petizione, direttamente al Santo Padre Francesco che proprio oggi ha espressamente affermato “vorrei una Chiesa povera”.
Inoltre si è deciso di presentare un esposto alla Procura della Corte dei Conti per segnalare il danno erariale del quale dovrebbero eventualmente rispondere, di persona, gli amministratori e i consiglieri comunali che hanno approvato la convenzione.
Nei prossimi giorni sarà inserito su questo blog il link con il video dell’Assemblea.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2013 alle 01:28 sul giornale del 20 marzo 2013 - 847 letture

In questo articolo si parla di attualità, buongiorno assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/KI2





logoEV
logoEV