Via Patrono d'Italia dissestata, Bartolini si rivolge alla Corte dei Conti

Santa Maria degli Angeli 1' di lettura 24/03/2013 - Il fondo stradale del tratto di Via Patrono d’Italia adiacente alla Basilica e alla Piazza di S. Maria degli Angeli non regge il traffico. Si avvalla continuamente in più tratti, smuovendo i sampietrini posti sopra. Forse le riparazioni effettuate in questi ultimi due anni non sono state eseguite in modo adeguato. Sta di fatto che, anche in questi giorni, si effettuano lavori di manutenzione.

Per questi motivi ho ritenuto opportuno inviare alla Corte dei Conti il relativo verbale di collaudo dei lavori dell’opera realizzata sotto il mio mandato da Sindaco, nel 2005 affinché chi deve giudicare lo possa fare alla luce di elementi per individuare gli eventuali responsabili di danni erariali, nel caso ve ne fossero.
A questo proposito c’è da precisare che, sullo stesso problema, si è letto sulla stampa dell’intervento di un altro consigliere che lamentava gli stessi inconvenienti, proponendo la costituzione di una commissione d’indagine e, nel caso non fosse stata istituita, minacciava di chiedere al segretario comunale l’invio della pratica alla Corte dei Conti.
So che il segretario non è tenuto a fare ciò che richiede un consigliere e, generalmente, le commissioni d’indagini non approdano a nulla. Per cui mi è apparso più opportuno procedere concretamente con l’invio della pratica direttamente alla Corte dei Conti.


da Giorgio Bartolini
Gruppo consiliare Lista Bartolini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2013 alle 19:10 sul giornale del 26 marzo 2013 - 812 letture

In questo articolo si parla di attualità, giorgio bartolini, santa maria degli angeli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/K1r





logoEV
logoEV