Lotta alla pedofilia, Travicelli: ''E' il momento di dare voce a chi non ne ha più''

Claudia Travicelli 3' di lettura 06/05/2013 - Domenica 5 maggio si è celebrata la Giornata nazionale per la lotta alla Pedofilia e Pedopornografia. In una nota il capogruppo dei Democratici e Popolari per Assisi Claudia Travicelli ha inteso accendere i riflettori su una terribile forma di violenza in costante crescita e dare voce a chi non ne ha più.

“Parlarne - dice Claudia Travicelli - è il primo passo per sconfiggere un fenomeno così grave, troppo spesso tenuto sommerso.. La violenza sui minori, purtroppo, è sempre più spesso caratterizzata dal silenzio. Ci uniamo alle parole di Papa Francesco pronunciate oggi, che invocano "chiarezza e coraggio" nell'impegno contro la pedofilia. Lo ha fatto nella giornata dedicata ai minori dall'Associazione Meter, alle piccole vittime della violenza, un’occasione ha detto il pontefice per rivolgere il mio pensiero a quanti hanno sofferto e soffrono a causa degli abusi. Papa Francesco, nell’assicurare la sua preghiera alle vittime, ha rivolto anche il suo monito "Vorrei anche dire con forza che tutti dobbiamo impegnarci con chiarezza e coraggio affinché ogni persona umana, specialmente i bambini, che sono tra le categorie più vulnerabili, sia sempre difesa e tutelata".I dati diffusi da Telefono Azzurro parlano chiaro, questa forma di violenza è in costante aumento nel nostro Paese. La “cyber-pedofilia” in particolare registra numeri in crescita: l’adescamento online è infatti cresciuto più del 10% rispetto al 2008. Il fenomeno registra complessivamente un aumento soprattutto in età adolescenziale: le vittime di abusi sessuali in tale fascia è passato dal 13, 4% nel 2009 al 22, 3% nel 2012. Il 19 Settembre 2012, dopo anni di attesa, il Senato ha approvato la ratifica della Convenzione per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale, siglata a Lanzarote nel 2007. Con questa ratifica, finalmente entra nel nostro codice penale (art.414-bis) la parola pedofilia, parliamo di un documento molto importante con il quale i Paesi aderenti si impegnano a rafforzare la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l'abuso sessuale, adottando criteri e misure comuni sia per la prevenzione del fenomeno, sia per il perseguimento dei colpevoli e la tutela delle vittime. Gli stati aderenti saranno impegnati ad introdurre nei propri ordinamenti giuridici, le modifiche necessarie, per contrastare quei reati che, come la pedopornografia, sempre più spesso vengono compiuti con l'ausilio delle moderne tecnologie e sono consumati dentro e fuori dall’Italia. Tra le novità più importanti introdotte dalla Convenzione di Lanzarote, troviamo due nuovi reati: l'istigazione a pratiche di pedofilia e di pedopornografia e l'adescamento di minorenni. Saranno previste pene più severe per tutta una serie di reati, dai delitti di maltrattamenti in famiglia a danno di minori ai reati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione dei reati a sfondo sessuale a danno di minori. È inoltre previsto un inasprimento delle pene anche per i reati di prostituzione minorile e di pornografia minorile. Cosa non di poca importanza, non si potrà più dichiarare di non essere a conoscenza della minore età della persona offesa nel caso di commissione di uno dei delitti contro i minori.
Per non dimenticare le tante vittime di abusi sessuali nell’infanzia e nell’adolescenza, bisogna sensibilizzare ad azioni concrete di prevenzione tutte le istituzioni, soprattutto i Ministri e i Ministeri competenti nel nuovo Governo. In tal senso, ci attiveremo, inoltre anche come 3° Commissione consiliare del Comune di Assisi presso il Ministero degli Interni e presso il Dipartimento per le Pari Opportunità. Parliamone, conclude il Capogruppo Claudia Travicelli, non solo oggi, ma ogni giorno, per restituire voce a quelle vittime, a quei bambini che troppo spesso pagano per i vizi, le violenze e le cattiverie dei "grandi".


da Claudia Travicelli
Gruppo consiliare Democratici e popolari per Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2013 alle 03:43 sul giornale del 06 maggio 2013 - 684 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, claudia travicelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/MzK