Economia del turismo, Freddii: ''Assisi spogliata di tutte le eccellenze''

Rino Freddii 2' di lettura 04/06/2013 - Un mese fa non mi sbagliavo. L’uscita dall’aula da parte dell’opposizione, al momento della votazione in consiglio comunale sulla mozione a tutela del corso di Laurea in Economia Internazionale sul Turismo, non era dovuta ad una serie di coincidenze, come qualcuno ha cercato di far credere, ma è stato un atto chiaramente voluto e premeditato.

Lo stanno a dimostrare sia l’inequivocabile recente comunicato nel quale il capogruppo del PD cerca di spostare le responsabilità della chiusura del corso sul sindaco, sia l’assenza di tutti i consiglieri di opposizione alla manifestazione di protesta tenutasi il primo giugno.
È il terzo film dopo quelli sull’ospedale e il PRG.
La stessa trama: una iniziale apparente condivisione dell’analisi e dei passi da seguire insieme per dare il giusto peso politico all’azione concordata, comunicati stampa critici nei confronti delle altre istituzioni e poi un improvviso dietrofront (imposto?) con l’obiettivo di far prevalere le ragioni di parte su quelle dei cittadini assisani. Questa volta addirittura facendo finta (?) di non sapere che le risorse per i due ricercatori inserite nel bilancio 2013 sono relative agli ultimi quattro mesi dell’anno solare, cioè a partire dall’inizio dell’anno accademico.
Ancora una volta si dirà che non è vero, che è tutta demagogia della maggioranza, che anzi è la maggioranza a non voler o saper risolvere i problemi, mentre l’opposizione tramite incontri diretti con i propri rappresentanti di più alto grado sta cercando e trovando tutte le soluzioni.
Non si sono accorti (o fingono) che c’è in atto il tentativo di spogliare Assisi di tutte le eccellenze presenti nel territorio e che per questo solo con un’azione unitaria tra tutte le forze presenti in consiglio comunale, le associazioni di categoria, le pro loco, i lavoratori, gli studenti ci si può opporre a ciò. Noi, per quanto ci riguarda, non demorderemo e porteremo fino all’estremo l’impegno senza guardare il colore della casacca dei nostri interlocutori, convinti come siamo della necessità di difendere tutto quello che è stato costruito e mantenuto nel tempo dalle diverse amministrazioni che si sono succedute.


da Rino Freddii
Gruppo consiliare Popolo della Libertà





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2013 alle 02:57 sul giornale del 04 giugno 2013 - 1817 letture

In questo articolo si parla di politica, rino freddii

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NMi