Università, Massucci: ''Da Pettirossi accuse strumentali''

Moreno Massucci 2' di lettura 04/06/2013 - Trovo incomprensibile e non rispondenti a verità le affermazioni del consigliere Pettirossi laddove si arrampica sugli specchi, anche con affermazioni errate, in merito al Corso di Laurea in Economia sul Turismo con sede di Assisi e facente parte dell'Offerta formativa della Università di Perugia.


Sbaglia il consigliere Pettirossi quando dice che il comune non ha messo risorse a sostegno del corso detto, in quanto è stata prevista la risorsa di € 25000 per contribuire al pagamento di due Ricercatori necessari al corso di laurea sul turismo sede di Assisi.
Tale risorsa è stata concordata con il Preside della Facoltà di Economia UniPg in quanto ritenuta dallo stesso Preside oltremodo sufficiente per l'anno 2013 per pagare i due Ricercatori universitari, tale disponibilità è stata ampiamente comunicata sia tramite lettera formale che verbalmente all'Università.
Inoltre il comune mette a disposizione con apposite convenzioni le Sedi (Santa Maria degli Angeli e Assisi Palazzo Bernabei) assumendosi ampi oneri sia per la riqualificazione che per la manutenzione.
Il consigliere Pettirossi, invece di riconoscere senza se è senza ma la responsabilità della chiusura del corso alla stessa Università di Perugia, in quanto unica titolare della potestà di scelta su tale argomento, strumentalizza tale chiusura per attacchi personali alla amministrazione e al Sindaco Claudio Ricci.
Invece di dire che la chiusura è stata stabilita su libera volontà dagli organi decisionali dell'ateneo Perugino, votata anche da coloro che, candidati alla prestigiosa carica di Magnifico Rettore, ci avevano promesso qualche giorno addietro in un incontro tenuto nella sede di S.Maria Degli Angeli, anche Pettirossi presente, che il corso di Laurea sul Turismo di Assisi sarebbe stato mantenuto.
Invece di dire che siamo stanchi di tutti coloro che da dietro le cattedre della politica ci raccontano con enfasi retorica che: il turismo è l'asse importante della economia italiana; che per creare nuovi posti di lavori occorre investire sul turismo; che per far entrate risorse nella sistema finanziario italiano occorre ancora investire sul turismo; che occorre valorizzare il turismo italiano, e altre affermazioni del genere.
Affermazioni che ci piacciono, ma diventano paradossali quando l'Università di Perugia decide che il corso di Laurea Internazionale sul Turismo con sede in Assisi deve essere chiuso, giustificato da motivazioni economiche e normative.
La realtà è che la governance dell'Ateneo Perugino ha da anni focalizzato le proprie energie solo su alcuni settori formativi afferenti alla medicina, trascurando altri elementi del l'offerta formativa in particolare la facoltà di economia e in maniera incisiva il corso di Laurea in economia del Turismo con sede in Assisi, evidentemente non ritenuti interessanti.

da Moreno Massucci
Giunta comunale di Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2013 alle 02:53 sul giornale del 04 giugno 2013 - 849 letture

In questo articolo si parla di politica, moreno massucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/NMg





logoEV
logoEV