Doppia donazione di rene tra due coppie di Assisi e Napoli

Antonio Belello e Paola Masciolini 1' di lettura 07/06/2013 - E' una storia commovente che sta facendo il giro del web quella di due coniugi assisani, Antonio Belello e Paola Masciolini, protagonisti insieme a una coppia di Napoli del primo doppio trapianto cross-over tra coppie di coniugi. Un gesto di generosità e altruismo destinato a legare indissolubilmente quattro vite.

Il signor Antonio avrebbe dovuto donare il proprio rene alla moglie, compatibile al 96%. Ma quando i medici gli hanno chiesto se avesse voluto donarlo a un'altra donna, una napoletana, che invece non aveva trovato nessuna compatibilità in famiglia, Antonio ha accettato senza esitare. Anche perché il rene del marito della donna di Napoli era al contrario compatibile con la signora Paola, che ha quindi ricevuto il rene di cui aveva bisogno per scongiurare la dialisi.
Un incrocio di destini grazie al quale si è concretizzato, al policlinico Santa Maria delle Scotte di Siena, la prima doppia donazione di rene incrociata in Italia. Il caso è stato seguito dal team di Chirurgia dei trapianti di rene, diretta dal professor Mario Carmellini, insieme al reparto di Nefrologia, Dialisi e Trapianto, diretto dal dottor Guido Garosi.
Tra le due coppie, unite da un insolito legame di solidarietà e speranza, è nata una fortissima amicizia, sbocciata tra le corsie dell'ospedale, dove le due mogli hanno trascorso insieme la degenza, e coltivata una volta tornati alle proprie - nuove - vite.


Nella foto:
Antonio Belello e Paola Masciolini







Questo è un articolo pubblicato il 07-06-2013 alle 03:13 sul giornale del 07 giugno 2013 - 2943 letture

In questo articolo si parla di attualità, sara caponi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/NV6





logoEV
logoEV