La 'montagna' alza la voce: ''Strada ridotta ad ammasso di buche. Pronti a bloccarla''

Buche 1' di lettura 14/06/2013 - Siamo gli abitanti della zona montana di Assisi e intendiamo manifestare prima a parole e poi con i fatti, il nostro disappunto per le condizioni in cui ci troviamo nel percorrere l'unica strada che ci conduce ad Assisi.

Il fondo stradale è ridotto ad un ammasso di buche, le automobili vibrano come se percorressero strade montane piene di ciottoli.
I nostri amministratori locali, pur abitando nella zona, sembrano ignorare il problema anziché esserne promotori.
Da decenni la strada statale 444 del Subasio è abbandonata pur essendo molto transitata soprattutto nel periodo estivo per chi vuol raggiungere le strutture ricettive dislocate nei dintorni.
Tra l’altro numerosi sono i motociclisti ed i ciclisti che la percorrono con il rischio di cadere e fasi male pur transitando a velocità ridotta.
Le campagne elettorali incentrate sui miglioramenti della viabilità, sulla nascita di centri di aggregazione e valorizzazione del territorio, rimangono solo parole vuote.
Poiché la situazione non è più sostenibile, chiediamo che il Comune di Assisi sensibilizzi la Provincia perché vengano prese urgenti misure per rendere percorribile questa strada senza che i mezzi di trasporto ne risentano negativamente. Se il nostro appello rimarrà vuoto, saremo costretti a bloccare il traffico della zona con le conseguenze che ne derivano. A breve verranno raccolte le firme per procedere a tale operazione.
Una copia della lettera sarà naturalmente inviata anche alla Provincia.


Per gli abitanti della zona di montagna
Monica Brunori






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2013 alle 00:14 sul giornale del 14 giugno 2013 - 1254 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Oe9