Traffico latte cancerogeno: controlli dei Nas anche a Bettona

Latte 1' di lettura 20/06/2013 - Potrebbe esserci anche un'azienda del bettonese fra le vittime del commercio fraudolento di latte cancerogeno scoperto nelle ultime ore dai Nas di Udine in Friuli Venezia Giulia, dove i carabinieri hanno tratto in arresto sette persone - indagate altre 24 - per la presunta adulterazione di alimenti e commercio di sostanze nocive.

A finire in manette il presidente della cooperativa friulana Cospalat. Sono ben 17, invece, i produttori della cooperativa indagati. Le indagini, partite dal Friuli Venezia Giulia, si sono estese in molte altre regioni, toccando anche l'Umbria. Un'azienda del bettonese, dove i Nas hanno già effettuato dei controlli, potrebbe essere finita nella rete del commercio fraudolento e aver acquistato - senza esserne a conoscenza - il latte nocivo.
Secondo i controlli effettuati, il latte sarebbe stato adulterato da antibiotici e da un fungo ritenuto cancerogeno e dannoso per i bambini, aggirando i controlli con un sistema fraudolento con la complicità di un laboratorio di analisi e di due autisti, anch'essi tratti in arresto.

(Fonte: umbria24.it)






Questo è un articolo pubblicato il 20-06-2013 alle 22:04 sul giornale del 21 giugno 2013 - 1821 letture

In questo articolo si parla di cronaca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/OwS