Bastia Umbra: architetti a confronto sulla città del futuro

Bastia Umbra 2' di lettura 25/06/2013 - Saranno tutti nomi di alto spessore del mondo dell’architettura e dell’urbanistica i relatori del Convegno “Ben-essere Ben-abitare per una città del futuro” che si terrà giovedì 27 giugno alle ore 15.30 presso l’Umbria Fiere, organizzato dal Comune di Bastia Umbra e dall’Associazione Oicos Riflessioni, in collaborazione con la Fondazione Perugiassisi 2019 e gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri della provincia di Perugia.

Partire dalla politica urbana, tenendo conto della Cultura europea, per costruire il futuro ed essere protagonisti attivi di questo cambiamento. Questo il tema cardine del Convegno, che sarà aperto dai saluti del Sindaco di Bastia Umbra Stefano Ansideri, il Sindaco di Perugia Wladimiro Boccali, il presidente della Fondazione Perugiassisi 2019 Bruno Bracalente e il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Perugia Roberto Baliani. Relatori del convegno saranno esperti nel campo dell’architettura nazionale ed europea: Paolo Belardi docente dell’Università degli Studi di Perugia e direttore dell’Accademia Pietro Vannucci con la presentazione di “KULTUR-FABRIK-PERUGIA”, workshop-concorso sull’ex carcere maschile di Perugia; Gabriele Cappellato dell’Accademia di Architettura di Mendrisio (Svizzera) con “Preparare i nuovi architetti per la città del futuro. L’esperienza dell’Accademia di Architettura di Mendrisio”; Federico Oliva docente del Politecnico di Milano e presidente dell’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) con “La città del futuro, politiche urbane”; Pietro Carlo Pellegrini direttore scientifico del master post universitario Masp, organizzato da Celsius con la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa, con l’intervento “Recuperare / costruire sul costruito”.
Il convegno nasce come evento di chiusura del laboratorio di urbanistica partecipata Urban Lab, condotto nell’ultimo anno dal team di professionisti dello studio Foa e dello studio Arco, incaricati di redigere il nuovo Piano Regolatore Generale di Bastia Umbra.
“Questo convegno – spiega l’architetto Marco Carlo Castelli, dello studio Arco, che farà da moderatore - nasce dal confronto diretto portato avanti con la città di Bastia Umbra ed in particolare con i tecnici e i professionisti. Le numerose riunioni, a cadenza mensile, hanno evidenziato l’importanza di portare una cultura più europea in un territorio come l’Umbria, chiedendo un’esperienza di ricerca accademica per affrontare il tema dell’ ”abitare bene”. Ecco il perché della scelta di questi relatori, con esperienza di formazione internazionale, a partire da Gabriele Cappellato fondatore di una delle scuole d’eccellenza dell’Architettura fino a Pietro Carlo Pellegrini con l’importante esempio del master di Pisa sul tema del “ricostruire”. Il territorio di Bastia Umbra insiste in una realtà geografica che si candida a diventare capitale della Cultura europea. Da qui la necessità e l’importanza di riattivare una Cultura storica su cui fondare il futuro. La pianificazione italiana è tra le migliori in Europa e gli architetti italiani sono testimoni della cultura della progettualità e rappresentano quel collante tra saperi e tecniche”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2013 alle 16:00 sul giornale del 26 giugno 2013 - 1828 letture

In questo articolo si parla di attualità, bastia umbra, comune di bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/OEP