La protesta di 'Quelli del Bronx': ''Tanti bastoni fra le ruote, ma Assisi è casa nostra''

Rocca Maggiore Summer Bronx 2013 4' di lettura 05/09/2013 - In un comunicato stampa e attraverso alcuni volantini già in circolazione, l'associazione assisana “Quelli del Bronx” esprime il proprio rammarico nei confronti dell'amministrazione comunale per le difficoltà incontrate nella realizzazione della manifestazione “Summerbronx 2013” che si è recentemente svolta alla Rocca Maggiore.


“Per chi come noi sogna di vivere in un mondo dove tutto è possibile, dove basta impegnarsi e lavorare duro per raggiungere lo scopo, sbattere la faccia contro la realtà assisana è doloroso.
Qui non è importante quanto tu possa sgobbare e dedicarti alla realizzazione di un progetto, ci sarà sempre un adempimento burocratico o un burocrate che ti metterà il bastone tra le ruote.
Non è importante quanto tu possa impegnarti per essere il più preciso e giusto possibile, ci sarà sempre un funzionario amministrativo che troverà un cavillo e che renderà tutto il tuo lavoro inutile.
La frustrazione è elevata all'ennesima potenza quando in gioco non c'è una carriera o una soddisfazione professionale, bensì un evento ludico che possa far divertire te, i tuoi amici e la città in cui vivi.
Una festa di fine estate,come da diversi anni Quelli del Bronx organizzano, senza nessun fine politico o economico, con l'unico scopo di divertire e di divertirsi.
Tutto perché non vuoi far parte di chi si lamenta sempre, chiacchiera, critica, ma non fa niente perché le cose cambino.
Presto però acquisisci la consapevolezza che il buonsenso non esiste più, che si guarda solo alla norma che va seguita pedissequamente e che viene sempre interpretata contro di te.
Anno dopo anno, batosta dopo batosta arrivi ad un punto in cui dici:"ma chi me lo fa fare?"
L'impegno, la libera iniziativa ed il volontariato non vengono mai premiati, anzi vengono contrastati e vessati.
La parola d'ordine è "non disturbare".
Ti senti un po' come Winston Smith in 1984 quando il Grande Fratello diceva: "Ti spremeremo fino a che tu non sia completamente svuotato e quindi ti riempiremo di noi stessi".
Pertini però diceva: “Talvolta nella vita è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza“.
Forse questo è proprio uno di quei momenti... per dire comunque... Grazie!
A chi ha partecipato, ballato, cantato, giocato,bevuto, mangiato e goduto del tramonto.
A tutti quelli che abbiamo dovuto incontrare e sopportare per organizzare la manifestazione.
A chi ha fatto il proprio dovere col sorriso e col buon senso, ma sopratutto a chi invece ci ha messo tanto scrupolo e zelo.
A chi ha partecipato ai giochi senza frontiere.....ed a chi pur non partecipando ha messo molte frontiere.....
Combattivi, autoironici, simpatici e disponibili, ma tutti, proprio tutti, indossando e regalando uno splendido sorriso!
Ai nuovi amici e simpatizzanti che si sono avvicinati per darci una mano sul campo e per sostenerci nelle battaglie.
Un particolare ringraziamento a chi ha fatto TUTTO IL POSSIBILE per proteggerci da infortuni, incendi, esplosioni, allagamenti, malattie virali, avvelenamenti, esplosioni nucleari ed invasioni extraterrestri.
A chi ci ha fatto scoprire che la nostra cucina è autorizzabile... un anno si e un anno no!... beh grazie... questo era l’anno no...
A chi dal palazzo ci ha garantito l’acqua senza portarcela (giovedi) e a chi ce l’ha portata (sabato) senza avergliela chiesta!
A chi ci ha ricordato che la Rocca è in centro storico e per questo...”occorre indossare un abbigliamento consono”....perchè non siamo mica in spiaggia.....
Al quartiere di Piazza Nova che ha sopportato tre giorni di disagio per la mancanza di parcheggio:
NON LO ABBIAMO CHIESTO NOI.... ma il protocollo di sicurezza lo imponeva...
A chi è andato sul piazzale della Rocca a cercare i residui della festa...... Felici e certi che non l’abbia trovati, siamo abituati a rispettare e salvaguardare i nostri luoghi in cui andiamo.
Grazie!
Ma il ringraziamento più grande va a tutti coloro che a vario titolo e in diversi modi ci hanno invitato a cambiare comune per organizzare i nostri eventi, ci hanno ricordato una cosa importantissima:
ASSISI E’ CASA NOSTRA!”


Nella foto:
la Rocca Maggiore durante il Summerbronx 2013







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2013 alle 02:23 sul giornale del 05 settembre 2013 - 4266 letture

In questo articolo si parla di attualità, quelli del bronx

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RkU