Bilancio, Freddii: ''Conti in ordine senza introdurre nuove tasse''

Rino Freddii 1' di lettura 27/09/2013 - Nella seduta del Consiglio Comunale del 23 settembre una maggioranza compatta e responsabile ha approvato la “verifica degli equilibri di bilancio 2013” riconfermando così Assisi tra i pochissimi comuni italiani che non hanno utilizzato deroghe per gli atti riguardanti il bilancio.


Mentre tutti i dati nazionali confermano che il periodo di recessione non è ancora terminato e siamo in attesa di decisioni tempestive e risolutive dal governo, ad Assisi, grazie alla prontezza e bontà dell’azione amministrativa e finanziaria con cui si è compensata la diminuzione dei trasferimenti statali, i conti sono in ordine senza peraltro aumentare mense e trasporti scolastici e senza introdurre nuove tasse di competenza comunale (addizionale IRPEF, tassa di soggiorno, tassa di scopo). Forse, anzi quasi certamente, a fine anno molte amministrazioni locali delibereranno il dissesto finanziario. Per noi non sarà così, ma non bisogna abbassare assolutamente la guardia, anzi è indispensabile accelerare quel processo del cambio di mentalità iniziato anni indietro: abbandono della spesa storica, taglio degli sprechi, marketing territoriale, riduzione della burocrazia, controllo di gestione, mettendo al centro di ogni scelta il contribuente, cittadino o impresa che sia. La strada intrapresa è quella giusta, dobbiamo continuare altrimenti sarà impossibile in futuro far quadrare i conti senza mettere le mani in tasca ai nostri concittadini, a meno che non troviamo anche noi una bacchetta magica come quella che sembra avere l’opposizione, con la quale abbassare le tasse è facilissimo, basta “volerlo”.


da Rino Freddii
Gruppo consiliare Popolo della Libertà





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2013 alle 03:39 sul giornale del 27 settembre 2013 - 1600 letture

In questo articolo si parla di politica, rino freddii

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/SjL





logoEV