Cannara: l'ex maggioranza invoca l'espulsione dei dissidenti dal Pd

Giovanna Petrini 2' di lettura 22/10/2013 - Affollatissima l’assemblea pubblica convocata da Giovanna Petrini sindaco di Cannara fino al 30 settembre agli ex assessori Roberto Ortolani, Federica Trombettoni e Fiorello Turrioni e dagli ex consiglieri Marianna Barbanera, Piero Gerarchini, Salvatore Iovinella ed Elisa Scaloni.

Nel corso dell'incontro è stata ripercorsa la cronistoria della firma congiunta di 3 esponenti del pd che insieme all'opposizione si sono contestualmente dimessi determinando di fatto il commissariamento del comune. "Un atto di gravità inaudita - così unanimemente bollato - per il quale chiediamo l'immediata espulsione dal partito".
Il partito democratico - grande assente della serata - se non per la presenza silente di una rappresentante della segreteria regionale, dovrà in qualche modo esprimersi anche pubblicamente, cosa ad oggi non successa, anche in ragione del fatto che su 8 ex amministratori ben 7, sono iscritti al pd.
L'attenzione si è poi incentrata sui risultati positivi ottenuti in questi anni dall'amministrazione comunale, pur tra mille difficolta' create ad arte anche dai dimissionari che mai avevano digerito la vittoria elettorale della coalizione democratica e la non disponibilità a scendere a compromessi da parte della maggioranza della stessa.
Sono inoltre stati sottolineati i costi vivi della gestione commissariale e i costi in termini di opportunità per Cannara, a partire dai 2 milioni di euro perdi con la mancata partecipazione al Puc 3 e al bando dei 6000 campanili, solo per fare i due esempi più immediati ed eclatanti.
"Eravamo pronti a partecipare al Puc 3 presentando un progetto già pronto riguardante gli spazi museali: c’era solo da aggiornare i computi e integrarlo con le istanze dei privati in una settimana avremmo completato e presentai il tutto visto che la scadenza era l’11 ottobre, ma visto che ci hanno commissariato in tre ore questo sarebbe stato il compito di chi è venuto subito dopo di noi, così come il progetto suo seimila campanili, scaduto il 21 ottobre”.
Gli ex amministratori hanno ringraziato i cittadini che li hanno sostenuti e invitato tutti in particolare le associazioni a non farsi intimidire e a continuare a lavorare per Cannara garantendo il loro impegno costante e disinteressato per consentire a Cannara di dotarsi, attraverso elezioni democratiche del governo della città.

da Giovanna Petrini
Ex sindaco Comune di Cannara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2013 alle 02:00 sul giornale del 22 ottobre 2013 - 1309 letture

In questo articolo si parla di politica, cannara, giovanna petrini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Tp7