Cannara: il Pd contesta il congresso

Partito Democratico bandiera 2' di lettura 08/11/2013 - Con questo documento inviato alle commissioni di garanzia regionale, provinciale e locale del partito, alcuni iscritti al Pd di Cannara contestano lo svolgimento del congresso comunale. I motivi sono illustrati qui di seguito.

“Nei giorni scorsi, a partire dal 2 novembre, alcuni di noi hanno ricevuto una lettera consegnata a mano con cui ci veniva comunicato che martedì 5 novembre si sarebbe svolto il congresso comunale del PD a Cannara, a firma di Cecilia Mazzoni, su carta intestata dell'Unione comunale di Cannara.
In primo luogo risulta da regolamento che gli inviti al congresso devono essere consegnati agli interessati almeno 5 giorni prima dello svolgimento dello stesso, e malgrado la lettera sia datata 17 ottobre la consegna e' iniziata il 2 novembre pertanto i termini temporali risultano ampiamente insufficienti a garantire la partecipazione, elemento questo di per se' sufficiente per invalidare la convocazione e rendere nullo lo svolgimento dello stesso congresso.
Inoltre nella lettera di convocazione si legge: "poiché dopo gli ultimi avvenimenti, non ci sono le condizioni di agibilità politica per svolgere gli adempimenti congressuali comunali, la commissione provinciale per i congressi convoca comunque l'assemblea congressuale di Cannara con il seguente svolgimento:
21.00 apertura lavori e costituzione presidenza;
21.05 presentazione linea programmatica segretari provinciali;
22.05 dibattito e votazioni".
Risulta quantomeno singolare affermare che non vi sia l'agibilità politica per svolgere il congresso comunale e subito dopo, come se niente fosse, convocare il congresso solo per la parte provinciale.
A Cannara non si e' svolto alcun incontro, per quanto e' a nostra conoscenza, di preparazione a questo importante appuntamento politico, che a questo punto risulta diventare un triste scimmiottamento di quanto accade a livello nazionale con tesseramento "forzoso" di soggetti atti a garantire il voto in tale sede per poi scomparire nel nulla: cosa che ognuno di noi potrebbe ben fare chi non e' in grado di trovare 10 amici o parenti a testa da tesserare?
Poiché inoltre e' prevista l'elezione di rappresentanti locali che andranno a comporre l assemblea che dovrà eleggere il segretario provinciale si chiede di conoscere i candidati e le modalità di Selezione delle candidature, si chiede inoltre di conoscere quale elenco sia stato utilizzato per le convocazioni poiché risultano convocate persone che non rinnovano la tessera da anni e non convocate persone regolarmente iscritte al PD per l'anno 2012. Si chiede inoltre che qualora, malgrado tutte queste irregolarità tecniche e politiche, il congresso dovesse ugualmente tenersi di leggere e verbalizzare in sede congressuale il presente documento”.

Firmato dagli iscritti PD
Giovanni Pieroni
Barbara Aisa
Anna Rita Barzucchi
M.Teresa Polverari
Roberto Ortolani
Maria Lolli
Francesco Verzieri
Angelo Turrioni
Valentina Mattonelli
Giovanna Petrini
Alessia Sbicca
Giampaolo Mattonelli
Federica Trombettoni
Luigi Verzieri
Gaetano Petrini
Marianna Barbanera
Fiorello Turrioni
Giuseppe Ciancabilla
Ermenegildo Manini






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2013 alle 02:45 sul giornale del 08 novembre 2013 - 1404 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/UaJ