Circoli ricreativi aperti a tutti: nei guai diversi gestori tra Assisi e Bastia

polizia 1' di lettura 09/11/2013 - Sono diversi gli esercizi ricettivi tra Santa Maria degli Angeli e Bastia Umbra controllati nella serata di giovedì dagli agenti del commissariato di polizia di Assisi in collaborazione con il reparto prevenzione crimine Umbria-Marche di Perugia. Diverse le violazioni riscontrate dagli agenti, dal mancato rispetto dell’accesso limitato ai soli soci alla non corretta applicazione delle normative sanitarie.

Sei in tutto sono gli esercizi finiti sotto la lente di ingrandimento della polizia, che ha riscontrato in tutto 7 violazioni in 3 diversi circoli notificate ai rispettivi gestori.
I controlli, svolti nell'ambito di una più vasta azione di controllo volta ad arginare i fenomeni dello spaccio di sostanze stupefacenti, dell’immigrazione clandestina e dei reati contro il patrimonio, con l’obiettivo di incrementare la sicurezza nel territorio assisano, hanno portato gli agenti a controllare anche diverse persone. Settantuno in tutto le persone identificate, 50 delle quali presenti nella banca dati delle forze di Polizia. Dei 71 soggetti identificati, tutti in possesso di documenti di identità validi, 48 sono risultati di origine straniera e 19 gravati da precedenti.






Questo è un articolo pubblicato il 09-11-2013 alle 01:51 sul giornale del 09 novembre 2013 - 1949 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, assisi, sara caponi, bastia umbra, commissariato di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/UeH