Bastia Umbra: arriva il questionario per ridurre le emissioni di Co2

Ambiente e salvaguardia del creato 2' di lettura 19/11/2013 - Si informano i cittadini che è reperibile on line sul sito del Comune di Bastia Umbra il questionario per l’acquisizione dei dati inerenti i fabbricati e la mobilità nel territorio comunale, finalizzato al Progetto "Carbon Footprint", realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente.

Il questionario è rivolto a tutti i residenti nel Comune di Bastia Umbra ed ai possessori di immobili adibiti a civile abitazione o ad uso commerciale con caratteristiche simili alle abitazioni (per esempio uffici, piccoli negozi, bar, ristoranti, farmacie), per quantificare le emissioni di CO2 e di gas serra prodotte al fine di una loro riduzione e/o neutralizzazione. Si ricorda che tali emissioni derivano dalla combustione, dal riscaldamento, dal raffreddamento e dal consumo di elettricità per la gestione degli immobili, nonché dal consumo di carburante durante l'uso degli automezzi.
Il questionario andrà compilato in tutte le sue parti e trasmesso esclusivamente all'indirizzo carbonfootprint@comune.bastia.pg.it; si sottolinea l’importanza di leggere attentamente le note nel documento allegato al questionario, per una migliore e più facile compilazione. Gli uffici comunali responsabili del Servizio SUAPE saranno di supporto ai cittadini dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 (Ambiente Geom. Giampaolo Sigismondi - supporto tecnico Arch. Elisabetta Mancini, tel. 075/8018323).
L’invito alla compilazione del presente questionario è stato inoltrato a tutte le attività economiche, agli enti pubblici, alle scuole e ai loro dipendenti. I dati raccolti saranno tanto più significativi e verosimili quanto più saranno i questionari che perverranno all'Amministrazione Comunale. I dati forniti verranno trattati esclusivamente al fine di ottenere la certificazione riguardante l’impronta di carbonio nel territorio comunale e delle attività strettamente correlate ad essa.
Il progetto "Carbon Footprint" nasce dall’obiettivo di ridurre e neutralizzare l’impatto sul clima derivante dalla gestione del territorio e dai principali servizi offerti alla cittadinanza. Il 2 Luglio scorso è stato sottoscritto un accordo volontario tra il Sindaco di Bastia Umbra ed il Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente dott. Corrado Clini. Il Comune si è impegnato a calcolare l’impronta di carbonio (carbon footprint) delle attività ricadenti nel territorio del Comune di Bastia Umbra, ovvero la stima delle emissioni di CO2 e di gas serra prodotte, nell’ottica di una loro riduzione e/o neutralizzazione.
Il Ministero dell’Ambiente fornirà tutta la propria collaborazione istituzionale per la valutazione dell’impronta ambientale, mediante un metodo basato su procedure tecniche standardizzate e riconosciute a livello internazionale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2013 alle 03:35 sul giornale del 19 novembre 2013 - 835 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, inquinamento, bastia umbra, comune di bastia umbra, carbon footprint

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/UHl