Carabinieri sequestrano 4 tonnellate di botti di Capodanno: denunciati titolari senza licenza

Botti di Capodanno 1' di lettura 23/12/2013 - Sono oltre quattro tonnellate - 80mila euro il valore - i botti di Capodanno sequestrati nei giorni scorsi dai carabinieri della stazione di Santa Maria degli Angeli coordinati dal maggiore Marco Sivori della compagnia di Assisi.

I botti erano stoccati in un capannone privo delle prescrizioni di sicurezza da una ditta del perugino, già in precedenza finita nel mirino delle forze dell’ordine e, per questo, privata della licenza.
Incuranti del mancato possesso della licenza, i titolari della ditta - un uomo e una donna - hanno comunque effettuato un vasto rifornimento di botti, fra cui alcuni contenenti fino a un chilogrammo di sostanze esplosive destinate a maggiorenni con porto d'armi o per usi professionali. Merce non illegale, ma vendibile solo da possessori della relativa licenza.
A seguito del maxisequestro, il terzo in meno di un anno, i titolari della ditta sono stati denunciati per fabbricazione, commercio abusivo e omessa denuncia di materiale esplodente. I carabinieri hanno inoltre sequestrato una rivendita e un deposito a Bastia e Santa Maria degli Angeli.






Questo è un articolo pubblicato il 23-12-2013 alle 03:11 sul giornale del 23 dicembre 2013 - 1365 letture

In questo articolo si parla di cronaca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Wqa





logoEV
logoEV