SEI IN > VIVERE ASSISI > CRONACA
articolo

Bastia Umbra: allarme antrace al molino Grigi, tre dipendenti trasportate in ospedale

2' di lettura
4257

Stabilimento Grigi Bastia Umbra

Una busta sospetta e una scritta agghiacciante: «Contiene antrace». Ciò è bastato a seminare il terrore in una fabbrica alle porte di Bastia Umbra, dove nella mattinata di giovedì 16 gennaio è pervenuta una busta sospetta che, stando a quando minaccia la scritta esterna, potrebbe contenere polvere di antrace.


Aggiornamento delle 18:30
Una seconda busta con polvere sospetta e la scritta “contiene antrace” è stata recuperata in uno studio legale che si occupa anche del gruppo Grigi, destinataria di un analogo plico. Gli inquirenti tendono comunque a escludere la presenza di antrace nelle due buste recuperate dai vigili del fuoco, poiché la polvere contenuta è di colore scuro, mentre l’antrace è di colore bianco. Si attendono comunque i risultati degli accertamenti volti a chiarire la natura della polvere sospetta contenuta nelle due buste recapitate in giornata.

Aggiornamento delle 17:30
Il direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, la dott.ssa Manuela Pioppo attraverso l'ufficio stampa ha informato che nel tardo pomeriggio le pazienti sono state dimesse. Le donne, che sono state monitorate dai sanitari, anche con prelievi ematologici e tampone nasale, proseguiranno la terapia antibiotica domiciliare, fino a quando non sarà comunicato l’esito della composizione delle polveri, trasmesse all’Istituto Zooprofilattico di Foggia.

Aggiornamento delle 13:20
Le donne - si apprende dall''ufficio stampa dell'Azienda ospedaliera di Perugia - non presentano attualmente sintomi se non uno stato di agitazione legato a quanto successo. Saranno monitorate per 48 ore nella struttura complessa di malattie infettive diretta dal professor Franco Baldelli. Proseguono intanto le indagini dei carabinieri per risalire a chi ha inviato la busta, che è risultata indirizzata all'azienda.

Aggiornamento delle 12:30
Solo tre, dei cinque dipendenti entrati in contatto con la busta sospetta, sono stati trasportati nella struttura complessa di malattie infettive dell’ospedale di Perugia. Si tratta di tre donne di 43, 35 e 27 anni, due delle quali in stato di gravidanza. Le dipendenti non presentano sintomi allarmanti, ma sono in forte stato di choc. I medici, coordinati dal dottor Franco Baldelli, stanno procedendo alle procedure di profilassi. Sarà necessaria qualche ora, tuttavia, per conoscere l'esito degli esami.

Aggiornamento delle 12:00
Lo stabilimento interessato dall’allarme è il Nuovo Molino di Assisi di proprietà della Grigi Cereali, situato nella zona di Bastiola, alle porte del centro urbano di Bastia Umbra.
Cinque dipendenti dell’azienda stanno per essere trasferiti all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, nella struttura complessa di malattie infettive.
Sul posto sono intervenuti 118, vigili del fuoco e carabinieri di Assisi.

Successivi aggiornamenti informeranno sull’evolversi della situazione.





Stabilimento Grigi Bastia Umbra

Questo è un articolo pubblicato il 16-01-2014 alle 11:42 sul giornale del 17 gennaio 2014 - 4257 letture