Cittadinanza ad Abu Mazen, Ricci replica a Bartolini: ''Scelta orientata al dialogo''

Abu Mazen 1' di lettura 01/02/2014 - “La città di Assisi, in assonanza con la secolare storia francescana, legata alla complessa ricerca del dialogo fra persone e comunità, sin dal 2013 ha inteso riconoscere la Cittadinanza Onoraria per la Pace a Shimon Peres e ad Abu Mazen, per sostenere il cammino di dialogo israelo-palestinese, come esortato anche da Sua Santità Papa Francesco: lo "Spirito di Assisi" è sempre legato alla reciproca comprensione”.


E' quanto replica il sindaco Claudio Ricci alle polemiche sull’approvazione della cittadinanza onoraria ad Abu Mazen. “Entrambe le decisioni, le cittadinanze a Shimon Peres e ad Abu Mazen - aggiunge Ricci -, hanno generato diverse riflessioni ed opinioni, tutte rispettabili, come doveroso; ma Assisi, in linea con la sua storia, deve orientare il proprio impegno, sempre e comunque per il dialogo.
La città di Assisi, in assonanza con la secolare storia francescana, legata alla complessa ricerca del dialogo fra persone e comunità, sin dal 2013 ha inteso riconoscere la Cittadinanza Onoraria per la Pace a Shimon Peres e ad Abu Mazen, per sostenere il cammino di dialogo israelo-palestinese, come fatto anche da Sua Santità Papa Francesco: lo "Spirito di Assisi" è sempre legato alla reciproca comprensione. Entrambe le decisioni, le Cittadinanze a Shimon Peres e ad Abu Mazen, hanno generato diverse riflessioni ed opinioni, tutte rispettabili, come doveroso; ma Assisi, in linea con la sua storia, deve orientare il proprio impegno, sempre e comunque per il dialogo”.


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2014 alle 03:22 sul giornale del 01 febbraio 2014 - 581 letture

In questo articolo si parla di attualità, pace, cittadinanza onoraria, assisi, claudio ricci, abu mazen

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/XQQ





logoEV
logoEV