Un presidio in difesa delle donne: nasce ad Assisi il punto d'ascolto

Violenza sulle donne 1' di lettura 21/03/2014 - È stato presentato ad Assisi, presso la Sala ex-Pinacoteca, il punto d'ascolto contro la violenza sulle donne, istituito presso i locali del Comune, a Santa Maria degli Angeli, dall'assessorato alle pari opportunità nell'ambito del Progetto U.N.A. (Umbria Network Antiviolenza).

Hanno presenziato gli Assessori alle Pari Opportunità del Comune di Assisi e del Comune di Perugia, Francesco Mignani e Lorena Pesaresi, l'avvocato Gemma Paola Bracco, Consigliere di Parità della Provincia di Perugia, Carla Collesi, Consigliere dell'Assemblea del Centro Pari Opportunità e Lilia Fatti, Operatrice del "Telefono Donna".
Lo sportello del Punto di Ascolto - è stato spiegato - si avvale di personale professionale e di personale volontario già specificamente formato (due operatrici per turno), con orario di apertura il giovedì dalle 15,00 alle 18,00, il venerdí dalle 10,30 alle 13,00.
Il progetto mira a realizzare la costruzione di reti locali tra tutti i soggetti impegnati nel contrasto alla violenza di genere e tra i servizi dedicati alla accoglienza e protezione delle vittime di genere e delle vittime dello stalking.
Il Punto di Ascolto ha inoltre l'obiettivo di promuovere e sostenere iniziative volte a favorire politiche e azioni per la valorizzazione delle differenze di genere e la cultura della non violenza, in particolare per il contrasto della violenza contro le donne. Ma anche quello di garantire sostegno e assistenza alle donne e ai soggetti che hanno subìto violenze, vessazioni, abusi e maltrattamenti fisici, psicologici e sessuali.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2014 alle 16:17 sul giornale del 22 marzo 2014 - 1143 letture

In questo articolo si parla di attualità, donne, assisi, violenza sulle donne, comune di assisi, punto di ascolto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/1gP





logoEV
logoEV