Giornata mondiale autismo, Assisi e Bastia illuminano di blu i propri monumenti

Notti Blu alla Rocca 3' di lettura 01/04/2014 - Accendere i riflettori sull’autismo. E' con questo obiettivo che mercoledì 2 aprile decine di monumenti in Italia e nel mondo si illumineranno di blu in occasione della Giornata internazionale della consapevolezza dell’autismo. L'evento, battezzato “Light it up blue” e promosso dall’organizzazione internazionale Autism Speaks, aderiranno anche le città di Assisi e Bastia Umbra colorando di blu i loro principali monumenti.

Ad Assisi, grazie al contributo dei frati del sacro convento e del Comune, si coloreranno la facciata della basilica superiore di San Francesco e la Rocca maggiore. Anche il Comune di Bastia Umbra partecipa all’evento e da mercoledì, per una settimana, illuminerà di blu la Rocca Baglionesca ed il Conservone di via San Costanzo.
Nel resto dell’Umbria, le luci colorate si accenderanno su ingresso e balcone di Palazzo Donini a Perugia, sulla scultura “Cupere Pacem” posta al Pincetto a Perugia e sul teatro lirico di Spoleto.
L’evento “Light it up blue” è supportato a livello regionale dalla onlus Angsa (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), che promuove anche altre iniziative con l’obiettivo di accendere la luce sul mondo dell’autismo. In particolare, venerdì 4 aprile, alle ore 18.00, presso il cinema Zenith di Perugia, sarà trasmesso in anteprima nazionale il film “The special need” di Carlo Zoratti. Un film sui sentimenti e la sessualità di un giovane adulto autistico.
Per concludere, sabato 5 aprile, presso la Sala Convegni dell’Hotel Garden di Terni, si terrà un convegno dal titolo “Andromeda, una galassia vicina. I disturbi dello spettro autistico e la rete dei servizi per l’infanzia e l’età adulta. L'integrazione possibile”.
Angsa, un impegno costante a sostegno dei soggetti autistici
L'associazione rappresenta la federazione regionale dell'ente nazionale presente sul territorio da ormai 35 anni. Nel suo svilupparsi ha sempre creduto che i soggetti autistici debbano poter godere degli stessi diritti e opportunità di tutti i cittadini. A tal fine ha promosso l'apprendimento di tecniche e metodiche specifiche, ponendosi, come obiettivi strategici, l'agevolazione dell'inserimento sociale, il miglioramento della qualità della vita e la promozione della conoscenza della problematica. La collaborazione continuativa fra l'associazione Angsa Umbria Onlus e l'Assessorato alla Sanità della Regione dell'Umbria, ha portato all'ideazione dell'avanguardistico Centro Diurno per giovani adulti autistici sito in località Limiti di Spello (PG) : risposta concreta alla necessità di presa in carico al termine del percorso riabilitativo svolto dai competenti servizi sanitari territoriali dell'Età evolutiva, per un mantenimento delle competenze e qualità di vita acquisite e, nel contempo, per il trasferimento di abilità atte all'inserimento lavorativo.
Il centro diurno semiresidenziale, nello specifico, è una struttura terapeutico/riabilitativa della rete complessiva di risorse e servizi afferenti al Dipartimento di Salute Mentale delle Aziende sanitarie, come previsto dal D.P.R. 14 gennaio 1997.
L’Angsa Umbria Onlus lavora quotidianamente per far sì che le difficoltà vissute dai bambini, dai ragazzi, dai giovani e dagli adulti con autismo, non restino una barriera insormontabile che impedisca loro il lungo viaggio verso il maggior grado di autonomia e indipendenza. La complessità del disturbo obbliga tutta la comunità a ricercare e creare risposte che vanno al di là della semplice cura. Sono da ricercare risposte tese al prendersi cura della persona nella sua globalità, consapevoli che, come afferma Martin Buber: “l’IO si fa IO nel TU”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2014 alle 19:11 sul giornale del 02 aprile 2014 - 1972 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, sara caponi, bastia umbra, angsa, notti blu alla rocca, light it up blue, giornata mondiale autismo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1Qt