Si chiude il ciclo di 'Elevazioni spirituali', applausi per l'ultimo suggestivo concerto

07/04/2014 - Terzo e conclusivo appuntamento sabato scorso 5 aprile, con la Basilica Inferiore gremita di un pubblico particolarmente attento e silenzioso all'ascolto del programma, eseguito dal Coro da Camera della Cappella Musicale diretto dal padre Giuseppe Magrino conventuale e dai due solisti della Schola Gregoriana Assisiensis, padre Maurizio Verde e padre Matteo Ferraldeschi, minori della Basilica di S. Maria degli Angeli.

Quale migliore occasione nel nome di Francesco l'unione nel canto delle famiglie francescane!
Intorno ai 13 Cantori disposti ad arco, Synagoga, ai due lati i solisti P. Verde Historicus e padre Ferraldeschi Iesus, si è aperto il canto del Passio in Dominica Palmarum dell'Evangelista Matteo, ovvero la declamazione gregoriana del passo del Vangelo, ultimo atto della vita terrena di Cristo, dall'arresto alla morte in croce.
Un immobile grande affresco teatrale nel quale attraverso il canto gregoriano dello Storico e del Cristo entrano in scena i diversi personaggi della grande Historia: Giuda Iscariota, Sacerdoti e farisei , Pietro, la folla urlante, Pilato... , quest'ultimi impersonati dal Coro secondo la composizione polifonica del padre Antonio M. Musilli conventuale (1792-1880) dall'archivio del Sacro Convento.
Ad apertura dell'elevazione spirituale l'Inno Vexilla regis, versetti gregoriani e coro a 4 v.d., e a chiusura un ammirabile responsorio del Sabato Santo O vos omnes a 4 v.d., entrambi del P. Antonio M. Musilli.
Dunque un'immersione nel canto cristiano dalle origini a tempi più recenti che grazie all'artistica presenza di solisti e Coro ha condotto l'attento ascoltatore al coinvolgimento commosso e meditativo.


Nelle foto:
la suggestiva esibizione (foto di Mauro Berti)








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2014 alle 03:42 sul giornale del 07 aprile 2014 - 1365 letture

In questo articolo si parla di cultura, umberto rinaldi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/184