Expo Emergenze, la Regione: ''La Protezione civile è innanzitutto cooperazione''

Protezione civile 11/04/2014 - Sarebbe un errore, sulla spinta di una pur necessaria riforma del Titolo V della Costituzione, e nel ridisegnare le competenze tra Regioni e Stato, che si affidi a quest’ultimo l’esclusività in materia di protezione civile, tornando così indietro di diversi decenni.

E’ questa la tesi sostenuta dalla Regione dell’Umbria, nel corso del convegno sul tema “Un nuovo modello per la gestione delle emergenze e le connesse responsabilità dopo la legge 100 del 2012 (la legge che ha riformato il sistema nazionale di Protezione civile n.d.r.)”, che ha aperto l’edizione di quest’anno di Expo emergenze, in corso al Centro fieristico di Bastia Umbra.
La presidenza della Regione Umbria infatti sostiene che la protezione civile è un settore dove è indispensabile, nella chiarezza di ruoli e competenze, la cooperazione e collaborazione tra tutti i livelli di governo del Paese. E dunque sarebbe sbagliata una competenze esclusiva dello Stato. Il sistema di protezione civile dell’Umbria è basato su una stretta cooperazione tra il livello centrale dello Stato e quello periferico di Regioni e Comuni e con tutto il mondo del volontariato che di fronte alle emergenze devono agire in coordinamento tra loro.
Quanto alla legge “100” la Regione ne ha sottolineato i principali aspetti innovativi e positivi, dalla visione appunto “cooperativa” tra Stato, Regioni, Comuni e mondo del volontariato del sistema nazionale di protezione civile, al notevole impulso della legge affinché cresca la cultura della prevenzione e che il cittadino abbia sempre più conoscenza e consapevolezza dei diversi “rischi”. Così come è importante che questa consapevolezza sia sempre più diffusa tra gli amministratori locali che, proprio in caso di emergenze, sono coloro i quali assumono un ruolo primario e di responsabilità nella loro gestione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2014 alle 03:06 sul giornale del 11 aprile 2014 - 637 letture

In questo articolo si parla di attualità, protezione civile, umbria, regione umbria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2ps