La lotta alla droga comincia nelle scuole: lezione di legalità al Convitto di Assisi

Lezione legalita' al Convitto di Assisi 18/04/2014 - Il 14 aprile 2014, presso il Convitto Nazionale “Principe di Napoli” di Assisi, la Polizia di Stato ha incontrato gli studenti delle scuole superiori della provincia di Perugia che si sono dati appuntamento insieme ai loro insegnanti per parlare delle conseguenze medico- legali legate all’uso di sostanze stupefacenti.

La lezione, introdotta dal Dirigente del Commissariato P.S. di Assisi Francesca D. Di Luca e tenuta dalla Dr.ssa Rossella Ferrovecchio, Medico Capo della Polizia di Stato in servizio presso la Questura di Perugia, rientra tra le attività didattiche e formative previste dal progetto “WEB RADIO G.E.L.” (Giovani e Legalità) promosso dal Convitto Nazionale “Principe di Napoli” di Assisi con il coinvolgimento di tutte le istituzioni pubbliche locali nonché delle più importanti associazioni del mondo della cultura e dell’informazione, con l’obiettivo di favorire la formazione del cittadino e la costruzione dei legami di cittadinanza.
L’adesione a questo progetto, voluta fortemente dal Questore della Provincia di Perugia Dr. Carmelo Gugliotta, è stata una preziosa occasione per la Polizia di Stato per parlare e confrontarsi con i giovani su un fenomeno che purtroppo li vede sempre più coinvolti. La richiesta partecipazione della Polizia di Stato è un segno tangibile della presenza radicata sul territorio e del rapporto di fiducia e di collaborazione che la Polizia ha saputo consolidare con i cittadini e le istituzioni al servizio delle quali è chiamata a svolgere quotidianamente il proprio lavoro. Una presenza ancora più significativa quella di ieri, dal momento che la scuola non è più soltanto luogo naturalmente privilegiato per la divulgazione di tali tematiche, la scuola è diventata oramai essa stessa luogo di consumo e spaccio di sostanze stupefacenti. Per fare fronte alla diffusione sempre più crescente di questo fenomeno e contrastare efficacemente l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole, consapevoli del fatto che non può e non deve essere soltanto un problema di polizia, occorre porre in campo una sinergica attività preventiva alla quale devono prendere parte tutti i soggetti coinvolti compresi i giovani studenti e i loro insegnanti invitati dai relatori della lezione svoltasi al Convitto Nazionale di Assisi a non aver paura di rivolgersi alla Polizia di Stato anche solo per segnalare situazioni di disagio che se non intercettate per tempo possono sfociare irrimediabilmente nelle condotte sanzionate dalla legge.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2014 alle 02:12 sul giornale del 18 aprile 2014 - 763 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia, droga, redazione, legalità, assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2Nh