Precipita con il parapendio dopo lancio dal Subasio: è grave

Parapendio 1' di lettura 19/04/2014 - Caduta rovinosa per un cinquantenne di Spoleto che nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 18 aprile, è precipitato alle pendici del Subasio dopo essersi lanciato con il parapendio dalla cima del monte. Soccorso dai vigili del fuoco, l’uomo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia dove i medici hanno accertato la presenza di gravi lesioni agli arti inferiori.

Vista la gravità della situazione, in serata i medici hanno valutato l’opportunità che un’équipe di ortopedici intervenisse già in nottata per ridurre le fratture alle gambe e al bacino.
L’incidente si è verificato intorno alle 18, nella zona di Assisi, per cause ancora da accertare. L’allarme è stato raccolto dalla centrale unica del 118 attorno alle 18.30 e nelle operazioni di recupero sono stati coinvolti i vigili del fuoco del distaccamento di Assisi che sono riusciti, con mezzi idonei, a mettere in salvo l’uomo, precipitato in una zona impervia.
L’intervento dei soccorritori, coordinato dalla centrale operativa del 118 da Donatella Ciuchi, ha evitato il ricorso all’impiego dell’elicottero della base di Fabriano.
L’autoambulanza, partita da Assisi, ha trasportato il ferito all’ospedale di Perugia in codice rosso. Data la gravità delle lesioni riportate, al momento la prognosi resta riservata.





Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2014 alle 01:14 sul giornale del 19 aprile 2014 - 971 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ambulanza, assisi, parapendio, sara caponi, monte subasio, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2Ra