La Magnifica Parte de Sotto riabbraccia lo storico stendardo (Fotogallery)

Stendardo antico Magnifica Parte de Sotto 2' di lettura 24/04/2014 - Oggi, giovedì 24 aprile alle ore 18, la Magnifica Parte de Sotto presenta il restaurato stendardo storico del 1954 presso la “Casa di Bernardo da Quintavalle”, ora “Palazzo Sbaraglini”, un tempo, prima sede storica della Parte.

“Da oltre sette anni avevamo in programma il restauro di questo nostro prezioso gonfalone - afferma Massimiliano della Vedova, Priore della Magnifica - oggi finalmente il desiderio è realtà”.
Lo stendardo fu realizzato 60 anni fa da parte delle suore Figlie di Sant’Anna di San Giacomo del Muro Rupto: “Questo emblema va al di la del ricordo, è una presenza insostituibile e viva nei cuori di ogni partaiolo - continua Della Vedova - oggi torna fra di noi con una restaurata veste e con un progetto importante”.
Il Consiglio della Magnifica Parte de Sotto ha infatti deciso, dopo il restauro e dopo la benedizione che avverrà oggi, di esporre il gonfalone in una teca presso la sede di Parte attuale, ma di utilizzarlo una volta all'anno solo ed esclusivamente per la tradizionale "benedizione dei vessilli" che si tiene il giovedì di ogni edizione.
“Lo stendardo - prosegue il priore maggiore - uno fra i più antichi della Festa di Assisi, alla vigilia di ogni Calendimaggio sarà prelevato dalla teca espositiva dal Priore Maggiore in carica e consegnato al Priore Maggiore più anziano in vita che lo custodirà nella propria dimora fino al giorno successivo, quando in corteo raggiungerà la Basilica superiore di San Francesco per la benedizione. Lavorerò unitamente al Consiglio - conclude - affinché tutto ciò venga inserito nel regolamento di Parte perchè diventi una tradizione da tramandare di generazione in generazione”.
Il lavoro di restauro è stato molto impegnativo: “Tutte le parti ricamate sono state asportate dal tessuto di base ed appoggiate su di una nuova tela di sostegno attraverso il telaio e seguendo le rigide tecniche del trasporto - dicono le restauratrici che hanno appositamente preparato una relazione in merito - il filato utilizzato è molto raro da reperire poiché filo arabo. L’intervento è stato realizzato secondo un approccio poco invasivo, teso a tutelarlo a scopo puramente conservativo. Lo stendardo è di grande pregio”.
Quest’anno anche la tradizionale pubblicazione della Parte de Sotto, “Il Magnifico”, in uscita come al solito nei giorni di Calendimaggio, sarà dedicata ad un approfondimento sul tema, con immagini e contenuti inediti.


Nelle foto:
lo stendardo prima e dopo il restauro








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-04-2014 alle 01:14 sul giornale del 24 aprile 2014 - 1621 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, calendimaggio, magnifica parte de sotto, stefano berti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/23E