Bastia Umbra: Erigo Pecci non si ricandida, l'arrivederci dell'ex consigliere

Erigo Pecci 01/05/2014 - Al termine di un percorso importante, che mi ha visto molto impegnato nell’evidenziare gli errori e le mancanze dell’Amministrazione Ansideri, anni in cui la nostra città non ha saputo esprimere e rendere concreto un solo progetto, che la potesse caratterizzare per il futuro e nei quali si è palesemente espresso il limite dell’azione amministrativa, promessa dal governo della “Destra Bastiola”, ho consapevolmente non accettato la proposta fattami dal segretario di sezione Vannio Brozzi, di derogare al regolamento del Partito Democratico, che mi avrebbe permesso di ricandidarmi oltre le due legislature, già trascorse.

Da sempre credo, sostengo e opero affinché vi sia il massimo rispetto, nella vita privata come in quella pubblica, delle regole. Nella convinzione che noi tutti siamo partecipi di un progetto comune, al quale i singoli apportano il proprio contributo.
Ho dato il mio massimo in questi anni e spero di aver rispettato le attese di coloro che mi hanno eletto in Consiglio Comunale e di avere nel mio piccolo aiutato a migliorare la nostra città.
Il regolamento del nostro partito e le peculiarità del nostro Segretario Nazionale, spingono ad un continuo rinnovamento delle persone e delle idee ed ad una mobilità dei ruoli, mi sono sempre espresso a favore di questi concetti ed oggi che la linea politica riguardava anche me, non potevo che rimanere coerente con le mie idee.
Ringrazio i membri dell’unione comunale che hanno espresso la loro volontà affinché mi candidassi nuovamente, per dare il mio contributo, all’obiettivo che tutti noi perseguiamo, ridare a Bastia il Governo che si merita.
Resto a disposizione del Partito Democratico, con la mia modesta esperienza, per le conoscenze che posso mettere al servizio degli altri, adesso e in futuro.
Esprimo i miei più sentiti auguri a tutti i candidati delle liste che sostengono il “Centro Sinistra “, i quali si sono resi disponibili per condividere un percorso comune, apportando ognuno le proprie specificità e sicuramente tale preziosa volontà, non andrà dispersa.
Mi batterò con tutte le energie disponibili per il rilancio della nostra Bastia, partendo da quanto di positivo già esiste nei valori e nelle attività che la caratterizzano nel panorama regionale, ricercando comunque con forza nuove strade e nuove idee.
Ringrazio tutti coloro che mi hanno aiutato nel lavoro che insieme abbiamo svolto e tutti quelli che mi permettono oggi, con serenità, d’immaginare e sognare nuovi impegni.






Questo è un articolo pubblicato il 01-05-2014 alle 03:56 sul giornale del 02 maggio 2014 - 498 letture

In questo articolo si parla di bastia umbra, erigo pecci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3mg