Una strada in memoria di Barbara Micarelli nel comune abruzzese di Pratola Peligna

2' di lettura 06/05/2014 - Nel Comune di Pratola Peligna si è svolta la cerimonia di intitolazione di una strada a Barbara Micarelli, fondatrice dell'Istituto delle Suore Missionarie di Gesù Bambino. Erano presenti il sindaco di Pratola Peligna, il sindaco di Riese Pio X, l’assessore del Comune di Assisi Moreno Massucci, suor Alma Letizia, il professor Giovanni Zavarella e un folto gruppo di cittadini del Comune di Assisi.

La loro partecipazione è stata resa possibile grazie alla organizzazione dell'associazione Amici di Barbara Micarelli (Presidente Giovanna Centomini), della Associazione del Piatto di Sant’Antonio (Presidente Antonio Russo), della Associazione Aido (Presidente Vittorio Pulcinelli), del CTF (Presidente Luigi Capezzali).
Una giornata importante che ha visto, attraverso l’intitolazione di una strada, il riconoscimento a Barbara Micarelli, al secolo Suor Maria Giuseppa di Gesù Bambino, già cittadina onoraria di Assisi, del valore della sua vita consacrata al bene dei più deboli, degli orfani, degli abbandonati, all'opera assistenziale e pedagogica, come prosecuzione di quel processo di evangelizzazione ispirato dalla sua profonda fede.
Con questo gesto si è voluto lasciare un segno nella contemporaneità per la gente di Pratola Peligna, attraverso il modello di vita vissuta da Barbara Micarelli ispirato al francescanesimo, che in questa terra ha passato alcuni anni della propria vita lasciando segni tangibili della sua vocazione, anche attraverso la sua grande abilità nelle mani per l'arte del ricamo per aver ricamato il mantello della Madonna Della Libera tanto amata dai Pelignesi.
Suor Barbara Micarelli, originaria dell’Abruzzo, ha vissuto gli ultimi anni della sua vita ad Assisi, dove è stata sepolta dopo la morte nel 1909. Il 19 marzo 2011 la città di Assisi le ha conferito la cittadinanza onoraria con la seguente motivazione: « Per aver realizzato a fine XIX secolo, proveniente dalla città dell'Aquila, nei pressi della Porziuncola e all'ombra della "cupola del Vignola" la casa madre dell'istituto delle Suore Francescane Missionarie di Gesù Bambino, con il chiaro progetto di vita di Francesco, aiutando la gente di Assisi e promuovendo l'affrancamento delle ragazze con l'offerta scolastica e formativa, anticipando profeticamente il ruolo imprescindibile e paritario della donna nella società del XX secolo. »

da Moreno Massucci
Giunta comunale di Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2014 alle 03:44 sul giornale del 06 maggio 2014 - 1266 letture

In questo articolo si parla di cronaca, moreno massucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3Bd