Si alza il sipario sul Calendimaggio: Nobilissima e Magnifica pronte alla sfida

Calendimaggio 3' di lettura 07/05/2014 - Si aprirà domani, giovedì 8 maggio, la sessantunesima edizione del Calendimaggio di Assisi, che fino a sabato vedrà sfidarsi Nobilissima Parte de Sopra e Magnifica Parte de Sotto nell’emozionante tenzone per la conquista del Palio. Nei tre giorni di festa la città farà un salto indietro nel tempo alla storia e alla tradizione con cortei, giochi e rievocazioni dal sapore medievale.

Pur nel segno del rispetto della tradizione della festa, il nuovo consiglio direttivo dell’Ente Calendimaggio e le due Parti hanno deciso di introdurre alcune novità sperimentali che rendono questa del 2014 un’edizione pilota in vista di una prossima revisione dello statuto e del regolamento della festa.
La prima novità riguarda l’apertura al pubblico di alcune scene che questa sera saranno rappresentate da Parte de Sopra e Parte de Sotto nei rispettivi vicoli del centro storico. Un’apertura che intende coinvolgere maggiormente non solo i cittadini, ma soprattutto i turisti, nello spirito e del Calendimaggio.
La seconda è l’eliminazione del bandino, che fino allo scorso anno si teneva il giovedì, da quest’anno non più incluso nel programma della festa.
L’ultima e più importante novità è l’anticipazione del verdetto di sabato sera, nell’auspicio che la proclamazione del vincitore possa avvenire non più a notte fonda ma ad un orario più consono, presumibilmente entro l’una.
Per il resto, il programma resta invariato all’insegna del più rigoroso rispetto della tradizione.
La festa si aprirà giovedì 8 maggio, giornata della consegna delle chiavi. Alle 15.00, nel palazzo comunale, si terrà la presentazione dei giurati. Alle 15.30 avrà luogo la benedizione dei vessilli (nella cattedrale di San Rufino per la Parte de Sopra e nella basilica superiore di San Francesco per la Parte de Sotto); nel frattempo, in piazza del Comune si terrà l’esibizione degli Sbandieratori di Assisi. Dopo la benedizione dei vessilli i cortei delle due Parti muoveranno verso piazza del Comune, dove alle 16 suonerà la Campana delle Laudi. Seguirà il saluto del magistrato Paolo Scilipoti, dei priori delle due Parti, Valeria Pecetta e Massimiliano della Vedova, e del sindaco Claudio Ricci, in veste di magistrato onorario della festa, al maestro di campo Alberto Bettoli, che assumerà i poteri sovrani dopo aver ricevuto in consegna dal sindaco le chiavi della città. Quindi i cortei delle due Parti faranno ingresso in piazza, dove la Magnifica Parte de Sotto restituirà il Palio vinto lo scorso anno. Durante la cerimonia l’Ente presenterà al pubblico i tre giurati, Cristiano Dell’Oste, Enrica Salvatori e Cristina Pezzoli, incaricati di giudicare l’operato delle due Parti rispettivamente sotto il profilo musicale, storico e della regia, con il compito di decretare la Parte che vincerà il Palio.
In serata, a partire dalle 21.30, la Nobilissima Parte de Sopra darà vita alle suggestive rievocazioni di vita medievale, che venerdì sera saranno messe in scena dalla Magnifica Parte de Sotto. Le rievocazioni saranno proiettate nella taverna di Sala delle Volte e nella piazzetta della Chiesa nuova.
Venerdì 9 maggio, dopo i cortei, le due Parti si sfideranno nei giochi per proclamare la propria Madonna Primavera, mentre sabato 10 maggio sarà il giorno della tenzone con i cortei, la lettura dei bandi di sfida nel pomeriggio e, di sera, la sfida canora, a cui seguirà la lettura del verdetto dei giurati e l’assegnazione del Palio alla Parte che sarà proclamata vincitrice dell’edizione 2014.





Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2014 alle 14:43 sul giornale del 08 maggio 2014 - 1305 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sara caponi, calendimaggio, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3Hl