Bastia Umbra: Carosati, ''Sì alla differenziata, no ai mastelli''

Mastelli raccolta differenziata 1' di lettura 08/05/2014 - “Gestire i rifiuti significa scegliere le procedure e le metodologie dell’intero processo”. Ad affermarlo è la candidata sindaca del centrosinistra Simona Carosati. “Voglio lavorare - aggiunge - in prevenzione attraverso il riutilizzo dei prodotti e l’estensione del loro ciclo di vita”.

“Di pari passo - prosegue - voglio però risolvere i problemi legati all’attuale pianificazione, in particolare del ritiro dei rifiuti organici che non possono sostare a lungo all’interno delle abitazioni. Tendere a RifiutiZero, NO all’attuale uso dei mastelli, potenziamento dell’isola ecologica.
L’attuale sistema dei mastelli ha creato notevoli difficoltà e disagi ai cittadini, al decoro e ha reso Bastia più sporca. Inoltre lo sforzo non è stato bilanciato da un risparmio economico, anzi c’è stato un rincaro. Il comportamento virtuoso dovrebbe incidere positivamente sulla tassazione!!!
Fatto questo si può ancora migliorare, facendo differenziare di più e meglio, si possono attivare distributori (ad esempio di acqua potabile, su tutto il territorio che permettono di diminuire l’impatto della plastica), si possono applicare sistemi di tariffazione che facciano pagare le utenze sulla base della produzione effettiva di rifiuti non riciclabili da raccogliere, si può attivare campagne di sensibilizzazione, informazione ed educazione della cittadinanza che rivestono un ruolo di primaria importanza nelle politiche di prevenzione dei rifiuti, si può incentivare l’utilizzo di materiali biodegradabili eo riutilizzabili nelle mense scolastiche, nelle sagre e nelle feste”.

da Simona Carosati
Candidata sindaca Bastia Umbra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2014 alle 17:30 sul giornale del 09 maggio 2014 - 521 letture

In questo articolo si parla di rifiuti, raccolta differenziata, politica, bastia umbra, simona carosati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3Ky