Bastia Umbra: Puc3, è scontro aperto tra Carosati e Ansideri

21/05/2014 - E' ormai agli sgoccioli la campagna elettorale bastiola, che nelle ultime ore si infiamma con uno scontro sul bando regionale Puc3.

Ad aprire il dibattito è la candidata sindaca Simona Carosati dopo il confronto a tre andato in onda nella trasmissione di Tef Channel “Agorà”.
“Ansideri su Agorà - scrive Carosati - a proposito del Puc3, dopo un assordante silenzio afferma: «Non mi risulta. Non mi risulta questo Puc3. Questa è fantasia!».
Tanti altri lo hanno fatto e BASTIA NO!!! Questa è la verità caro sindaco uscente. Ci spieghi lei il perché. Il Puc3 è un bando regionale di incentivo ai programmi integrati sia di singoli comuni sia sovracomunali con l’obiettivo di riqualificare e rivitalizzare i centri storici.
Perché Assisi, Città di Castello e tanti altri hanno partecipato mettendosi insieme ad altri comuni più piccoli e lei non lo ha fatto?
Per quale ragione non ci siamo aggiudicati le risorse del Puc3 che per i progetti sovracomunali stanziava il 70% delle risorse disponibili???
Vogliamo ricordare che erano previsti contributi a fondo perduto in regime de minimis fino al 50% per le imprese commerciali, turistico-ricettive, di servizi ai cittadini.
‘Entrando nel dettaglio, per la prima volta rispetto a quanto proposto in materia di riqualificazione urbana in Umbria, oltre ai programmi di rilevanza urbana, il bando prevedeva cofinanziamenti per i programmi che interessavano un'area vasta, intesa come parti di territori di più comuni contermini o prossimi, per incentivare e migliorare la cooperazione tra amministrazioni.
Sono orientati essenzialmente a realizzare e rafforzare "reti di relazioni" o alla costruzione di "sistemi territoriali o tematici" tra i centri abitati ricompresi nel Puc3. L'obiettivo è quello di coordinarsi e integrare strutture e servizi per aumentarne l'efficienza e contenere i costi senza limitarne la partecipazione ai cittadini. Per favorire, inoltre, una programmazione unitaria, innovativa e strategica, che propone un'offerta complessiva di qualità in grado di rendere gradevole l'abitare il territorio, frequentarlo, spostarsi al suo interno ed usarlo secondo principi di sostenibilità.
A questa tipologia di programmi sono destinati fino al 70 per cento dei finanziamenti complessivi disponibili; ogni Comune partecipante potrà contare su un finanziamento non superiore a 700mila euro.’
Bastia avrebbe potuto partecipare insieme a Bettona, insieme a Torgiano per esempio.
La realtà caro sindaco uscente è che questa amministrazione ha relegato Bastia ad un isolamento comprensoriale e regionale penalizzandola enormemente”.
A stretto giro, su Facebook, la replica del sindaco Stefano Ansideri, secondo cui “la candidata Sindaca insiste e attacca su fantasticazioni tutte di loro proprietà! Non risultava ed era fantasia perché il bando non ci riguardava quindi non è stato preso in considerazione, si continua a inciampare su false informazioni fornate da chissa chi...!!!
L'unica voce che compare nel bando per i comuni con popolazione sopra i 10.000 abitanti è questa: "Ai Comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti e ai Comuni che hanno già beneficiato di finanziamenti per i Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile (CQ3), è destinato un finanziamento non superiore a 100.000 euro esclusivamente per la realizzazione di attività produttive.
Che dire, a voi le conclusioni”.





Questo è un articolo pubblicato il 21-05-2014 alle 03:40 sul giornale del 21 maggio 2014 - 523 letture

In questo articolo si parla di politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4y4