Bastia Umbra: Carosati, ''Il cittadino è una risorsa e Costano lo dimostra''

Simona Carosati 1' di lettura 22/05/2014 - Sentire Ansideri domenica sera dire: «per quanto riguarda Costano io non scendo su questo terreno perché poi se non si è fatto quell’impianto è grazie a questa amministrazione, è grazie a questa amministrazione» è veramente paradossale.

Vogliamo ricordare che è grazie alle azioni dei cittadini di Costano se oggi si possono fermare le installazioni “verdi” a sfondo speculativo. L’amministrazione uscente si è dimostrata prima sorda e poi assente davanti alla incompatibilità dell'impianto con il territorio. Un impianto che stato valutato negativamente non solo dai residenti della frazione ma anche dalla Soprintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici dell’Umbria. Non dimenticate mai che a sostenere la battaglia insieme al Comitato per l’Ambiente di Costano c’era anche il Comune di Assisi, che ha espresso fermamente parere negativo alla realizzazione dell’impianto!! Le conclusioni le potete trarre da soli.
E’ stato il senso civico e la volontà di partecipare attivamente, il senso del bene comune da difendere e preservare ad imporre a Bastia oggi una nuova politica del territorio. Il Comitato per l’Ambiente di Costano ha dato a tutti l’opportunità di riflettere e riprendere in mano il futuro dei nostri figli. Oggi a Bastia vogliamo una politica ambientale normata e rispettosa dei diritti di tutti. La centrale a biomasse che l’amministrazione uscente voleva imporre non si farà più ma non si deve abbassare la guardia: Sì a fonti rinnovabili, No ad impianti di natura speculativa.

da Simona Carosati
Candidata sindaca Bastia Umbra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2014 alle 04:07 sul giornale del 22 maggio 2014 - 350 letture

In questo articolo si parla di politica, bastia umbra, simona carosati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4Do