Cannara: Dignità e futuro risponde all'ex sindaca, ''Gestione immobile e fallimentare''

Presentazione lista Dignita' e futuro per Tersilio Andreoli 3' di lettura 22/05/2014 - Il 16 maggio Giovanna Petrini, sulla propria pagina Facebook, si è sentita in dovere di “rendere pubbliche alcune riflessioni in merito alle imminenti elezioni amministrative”. Sostiene di essere bersaglio di fango gettato sulla sua gestione, ma la critica non è fango, se non quello degli specialisti “gareggiani” e di qualche suo “tirapiedi” dell'ultim'ora.

La storia non si cambia, parliamo dell'attualità. Inutile il tentativo di confendere i cittadini riguardo l'esperienza amministrativa dei due ex sindaci candidati nella lista Dignità e Futuro (Alessandro Favilli e Tersilio Andreoli ndr). Dopo venticinque o trent'anni è storia e si può in qualsiasi circostanza aprire un dibattito non condizionato dal momento elettorale. L’attualità riguarda, invece, gli ultimi anni di gestione amministrativa e alcune affermazioni palesemente in contrasto con la realtà.
L'immobilismo dell'amministrazione targata Giovanna Petrini. L'ex Sindaca vanta la realizzazione di alcune opere pubbliche (Museo, ostello della gioventù, archivio storico) di cui si è fatto poco più dell’inaugurazione e che ora sono chiuse e abbandonate. Cita l’impianto fotovoltaico, realizzato su tetto pubblico: non funziona da mesi e non produce nulla, per il furto dell’inverter, oltre ad essere privo di copertura assicurativa.
Falsità e ricostruzioni surreali sullo stato dei bilanci comunali. Si cita strumentalmente l'avanzo di amministrazione esibendolo come un merito, ma frutto soltanto di quanto segue: nel mese di settembre, al momento dell’arrivo del Commissario, il Comune di Cannara era ancora privo del bilancio di previsione per il 2013 e, cosa ancora più grave, nessun atto era stato prodotto per arrivare all'approvazione di tale adempimento obbligatorio.
E' stata pertanto svolta una “gestione provvisoria delle finanze”, prevista dall'articolo 163 del T.U.E.L., attraverso la quale è stato possibile assolvere poco più delle obbligazioni già assunte. In compenso vi sono state delle entrate frutto del massiccio aumento delle tasse comunali, adottato durante la sua gestione, insieme all'ex Assessore al bilancio (Roberto Ortolani, ora ricandidato nella lista Valore Comune). Tale ricostruzione, inoltre, non tiene conto del danno di immagine causato dalle spese fuori bilancio al quale si aggiunge un danno economico causato dal disorientamento che tale gestione ha prodotto all'interno della struttura comunale, con un'intera macchina comunale impegnata nel rattoppare i danni dell'ex Sindaca piuttosto che operare per le necessità quotidiane dei cittadini.
Gestione dei servizi inqualificabile. Siamo creditori per centinaia di migliaia di euro nei confronti delle società che erogano gas e acqua e inoltre spendiamo una cifra folle per uno scadente servizio di raccolta della nettezza urbana. Lo dimostrano anche le bollette, in arrivo in questi giorni nelle case dei cannaresi.
La maggioranza dei cittadini non sono dalla sua parte. La pubblica opinione, pur ignorando alcuni fatti specifici, ha in larghissima maggioranza dato un giudizio negativo sugli ultimi anni di amministrazione e questo verrà confermato il 25 maggio nelle urne. Lo stato in cui versa Cannara, dopo la sua amministrazione, è rappresentato dal degrado del Parco XXV Aprile, ma sono tanti gli aspetti, anche minori e significativi, che si potrebbero aggiungere a quelli già citati. La conferma di tutto ciò è anche nelle parole dei candidati presenti nella stessa lista da lei sostenuta. Quest'ultimi, in privato e qualche volta in pubblico, sottolineano la loro “distanza e diversità da quella deludente esperienza”.

dal Comitato per Tersilio Andreoli sindaco
Cannara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2014 alle 03:28 sul giornale del 22 maggio 2014 - 693 letture

In questo articolo si parla di cannara, tersilio andreoli, lista dignità e futuro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4Dh