Il musical Chiara di Dio spegne dieci candeline e torna al teatro Metastasio

Musical Chiara di Dio 22/05/2014 - Dopo il successo de “L’Uomo dal turbante rosso” torna in scena al Teatro Metastasio da maggio e per tutta l’estate "Chiara di Dio", il musical dedicato alla santa di Assisi che quest’anno compie 10 anni. Ricorre infatti nel 2014 il decennale dal debutto al Liryck Theatre di Assisi, avvenuto nel maggio del 2004.

Prosegue la decima stagione di “Chiara di Dio” ad Assisi, (rappresentazioni ogni sabato alle ore 21.30 e rappresentazioni infrasettimanali su richiesta per gruppi) musical che rappresenta uno dei pochi esempi in Italia di spettacolo in pianta stabile per così tanto tempo. In scena anche alcuni giovani artisti di Assisi formatisi alla locale accademia del Teatro Metastasio, gli stessi che hanno già avuto modo di cimentarsi con il musical “Greccio, notte di Natale 1223” lo scorso dicembre e l’ultimo “L’Uomo dal turbante rosso” nel periodo pasquale, dando prova, nonostante la giovane età, già di avere in sé le doti per diventare futuri ottimi professionisti nel campo del teatro, della danza e del canto. Lo spettacolo “Chiara di Dio” era stato richiesto dal Comune di Assisi e dai frati Francescani all’autore e regista Carlo Tedeschi, messo in scena dalla sua compagnia che aveva debuttato in occasione della ricorrenza dei 750 anni dalla morte di Santa Chiara nel 2004 e eccezionalmente rappresentato l'11 agosto 2004 anche nel bellissimo scenario di San Damiano. Nel corso degli anni il musical su Chiara di Assisi è stato visto da oltre 100mila persone e dal 9 agosto del 2008 viene rappresentato in pianta stabile al Teatro Metastasio. Alcuni brani dello spettacolo sono stati rappresentati anche in occasione della visita di Papa Francesco nell’ottobre scorso ad Assisi.
Il musical completamente dedicato alla figura e alla vita di Santa Chiara accanto a San Francesco è scritto e diretto da Carlo Tedeschi, che avvalendosi delle Fonti Francescane storiche, fa emergere l'umanità e l'attualità di questi due giovani, un esempio per i ragazzi di oggi nonostante siano trascorsi otto secoli. Proprio per questa sua straordinaria attualità sono ormai oltre un centinaio le compagnie amatoriali che hanno rappresentato il musical coinvolgendo oltre 5 mila giovani. Il regista e autore Carlo Tedeschi ha voluto dare loro la possibilità, fin da subito, di utilizzare basi e copioni, nonché le strutture del piccolo Paese del Lago di Monte Colombo (RN) ove si è formata la compagnia teatrale fornendo collaborazioni nel montaggio del musical (coreografie, canti, recitati) e nella realizzazione di costumi e scenografie.
Nella sua riedizione attraverso nuovi effetti lo spettatore avrà la possibilità di vedere Chiara e Francesco nei luoghi dove hanno vissuto. Queste scelte rendono la produzione capace di attualizzare il misticismo ed al contempo la concretezza della prima donna della storia della Chiesa che abbia dettato la regola del proprio ordine. Flash back, uno stile di recitazione del tutto particolare, musiche e canzoni originali per una regia quasi cinematografica, rendono il musical altamente suggestivo e coinvolgente.
La trama: Un vecchio spiega l’esigenza di raccontare la vita di Santa Chiara, utilizzando le parole di Papa Giovanni Paolo II, dice che “è veramente difficile disgiungere questi due nomi, Francesco e Chiara”. Li definisce “fenomeni”, “leggende”. Lo spettacolo inizia con Chiara morente, intorno a lei le consorelle piangenti. Chiara sfinita, chiede “una cerasa”, una ciliegia. Lei abituata ai digiuni, chiede, con una umanità straordinaria, qualcosa per sé. Agnese manda di corsa una sorella nel chiostro ma siamo in agosto e non è stagione di ciliegie, e nei pochi minuti che separano questa richiesta di Chiara dal ritorno della consorella (che arriverà miracolosamente con la ciliegia tra le dita) scorrono il primo ed il secondo tempo, con gli avvenimenti più toccanti della sua vita: l’incontro con Francesco, la fuga da casa, il taglio dei capelli per la sua consacrazione, lo spettacolare confronto con i Saraceni.

Per info e prenotazioni:
075 815381

dalla Compagnia teatrale di Carlo Tedeschi
Teatro Metastasio, Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2014 alle 03:41 sul giornale del 22 maggio 2014 - 1178 letture

In questo articolo si parla di spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4Dk