Bastia Umbra: parcheggio sotterraneo, nuovo scontro tra Pd e Ansideri

Bastia Umbra 2' di lettura 22/05/2014 - Si chiude con un nuovo scontro diretto tra il Pd e il sindaco Stefano Ansideri la campagna elettorale bastiola, che dopo il Puc 3 vede accendersi una nuova polemica sull’ipotesi di realizzazione di un parcheggio sotterraneo in centro storico.

“Il sindaco uscente - si legge in una nota del Pd - annuncia l’ennesima opera faraonica che non vedrà mai la luce: fare un parcheggio sotterraneo in piazza Mazzini. Avrebbe un privato interessato. Se ce lo presenta gli facciamo i complimenti perché probabilmente egli viene da Marte.
Ci dica dove trova oggi un imprenditore che in project financing (costruzione+gestione) è disposto ad investire svariati MILIONI DI EURO per la realizzazione di un parcheggio interrato (già previsto e poi eliminato perché non fattibile nel progetto di recupero della Piazza del Mercato).
A Perugia (capoluogo di regione) i parcheggi fatti in project financing per rientrare dall'investimento vengono pagati dai cittadini in media 2,70 euro/ora. Bastia ha gli stessi flussi di Perugia? Assolutamente NO. INOLTRE chi sarebbe disposto a pagare un parcheggio così salato quando a Bastia troviamo altri due parcheggi pubblici gratuiti ad una distanza - comoda - di 50 metri dal centro storico? NESSUNO. Quindi a giudicarne la fattibilità basterebbe un briciolo di buon senso.
Sindaco uscente: resti con i piedi per terra e stia sereno!”.
“Nel rassicurare il PD di Bastia di essere io estremamente sereno - replica il sindaco Stefano Ansideri in una nota -, non posso non notare, ancora una volta, quanto sia interessatamente fuorviante l’informazione data sull’ipotesi di parcheggio sotterraneo in Piazza Mazzini.
Chi ha memoria e soprattutto non è abituato a mistificare le cose ricorderà che il riferimento da me fatto all’opera di cui trattasi era appunto una mera ipotesi, tutta da verificare anche attraverso indagini geologiche, ma che aveva un sua dignità per aver ricevuto un primo assenso da parte di un noto imprenditore della zona, al quale era stato sottoposto.
Sappiamo benissimo la sorte che è toccata ai parcheggi di Perugia e, per non dimenticare, del successo e dell’onerosità del Mini Metro’, ma questa sarebbe, come spiegato, un’altra cosa traendo la stessa sostenibilità dalla vendita di box, lì previsti insieme agli stalli a pagamento per le auto, a privati, magari interessati alla ristrutturazione delle tante unità immobiliari all’interno dei “vicoli” ed alla loro occupazione quale residenza nel centro Città.
Quindi duplice azione: dotare la piazza di un parcheggio coperto e stimolare la sistemazione della parte più vecchia della nostra Città.
Un sogno, forse. Rimane il fatto che chi non riesce a sognare è destinato, lui sì, a rimanere con i piedi pesantemente a terra, ma potrebbe riservare la stessa sorte anche a chi intende governare”.






Questo è un articolo pubblicato il 22-05-2014 alle 17:29 sul giornale del 23 maggio 2014 - 1011 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, partito democratico, bastia umbra, pd bastia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4FF