Bastia Umbra: l'appello della sinistra, ''E' l'occasione per tornare in consiglio comunale''

Carosati Rossi Paffarini 30/05/2014 - Come lista “La Sinistra per Bastia” esprimiamo innanzitutto grande soddisfazione per il risultato raggiunto alle elezioni europee da “L’Altra Europa con Tsipras” che superando a livello nazionale lo sbarramento del 4% ci consente di mandare in Parlamento Europeo tre nostri rappresentanti e rafforzare il Partito della Sinistra Europea.

Per quanto riguarda le elezioni comunali, la nostra lista, raggiungendo il 3,7% può eleggere, in caso di vittoria della Candidata Simona Carosati, un consigliere comunale. Per noi tutto ciò significa molto e ci ripaga del grande sforzo che abbiamo fatto in questa difficile ma entusiasmante campagna elettorale. Con un simbolo nuovo e pochissime risorse finanziarie abbiamo raggiunto il primo obiettivo: la possibilità concreta di tornare ad avere una rappresentanza in consiglio comunale.
Rappresentanza che per noi significa portare dentro alle istituzioni le preoccupazioni e i problemi reali dei cittadini, ma soprattutto le nostre proposte per dare vita ad un vasto programma di tante piccole opere per creare posti di lavoro e occasioni di sviluppo senza devastare il territorio e l’ambiente.
Praticamente il contrario di quanto fatto dall’amministrazione Ansideri, che concentrando tutte le attenzioni su progetti megalomani e di fatto difficili da realizzare e da far partire, ha trascurato la gestione e la manutenzione del territorio: basta guardare strade, marciapiedi, centro storico e aree verdi! Rappresentanza significa portare in consiglio le battaglie che, in questi cinque anni, abbiamo fatto fuori dal Comune, quelle per l’acqua pubblica, il lavoro, la campagna “rifiuti zero”.
Abbiamo lavorato con uno spirito unitario insieme a Simona Carosati e alle altre forze del centro-
sinistra per proporre un programma innovativo e per mandare in consiglio persone giovani, preparate e all’altezza della grande sfida che i territori hanno di fronte alla crisi: sviluppo e coesione sociale. Tra guai giudiziari, crisi di giunta, manifesta sfiducia ad Ansideri espressa da Forza Italia poco prima delle elezioni, la coalizione di centro-destra è la somma di interessi di parte e di litigi che hanno già determinato immobilismo e svilito il ruolo e le potenzialità di Bastia.
Basta guardare gli eletti dei due schieramenti per capire quali differenze ci sono e quali persone riusciranno ad essere all’altezza del ruolo, libere e indipendenti dai poteri forti!
Per questo lanciamo un appello a tutti coloro che hanno sostenuto le forze del cambiamento, che a Bastia rappresentano insieme la maggioranza dei cittadini. Domenica 8 giugno abbiamo una grande possibilità: dare alla nostra città un altro governo, un’altra possibilità di crescita e di futuro. È un appello che rivolgiamo anche a chi non è andato al voto al primo turno, che purtroppo rappresenta il 25% degli aventi diritto.
Ringraziamo tutti coloro che hanno creduto in noi, chi ha offerto il proprio lavoro volontario e chi ci ha votato, persone con le quali ci prendiamo l’impegno di continuare a lavorare in maniera seria e onesta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2014 alle 15:25 sul giornale del 31 maggio 2014 - 417 letture

In questo articolo si parla di politica, bastia umbra, simona carosati, la sinistra per bastia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/435