Cannara: Porzi-Petrini, è scontro su cultura e opere pubbliche

Giovanna Petrini 2' di lettura 21/07/2014 - Vengo chiamata in causa, in riferimento alle politiche culturali della mia amministrazione comunale, da un assessore provinciale alla cultura, non eletta ma nominata, anche se poi il governo Renzi mi pare che le Province le avesse abolite, ma sopravviventi fino a settembre 2014.

Credo sia la prima volta che un assessore provinciale si permette di esprimere dei giudizi, non si capisce a che titolo, tra l'altro superficiali, su un'amministrazione comunale che, giova ricordarlo, ha anzitempo terminato il suo mandato popolare, grazie anche alle dimissioni dell'attuale assessore alla cultura (anch'essa non eletta ma nominata) che nella mia amministrazione ricopriva prima il ruolo di assessore al bilancio e poi di capogruppo di "maggioranza" (!).
Le politiche culturali e di valorizzazione del territorio hanno sempre rivestito un ruolo di primo piano nell'attività amministrativa del Comune di Cannara durante i nove anni e mezzo del mio mandato. Tutto ciò è testimoniato dalle numerose realizzazioni di contenitori culturali a partire dall'Archivio storico e dal Museo della città, inserito nel circuito museale regionale, dagli eventi di rilievo sia con artisti locali che di rilevanza nazionale e internazionale con la puntuale collaborazione e il sostegno delle associazioni, della Regione Umbria, delle fondazioni bancarie.
Per quanto riguarda Collemancio voglio solo ricordare il recente completamento della pavimentazione del centro storico e la riqualificazione di entrambe le vie di accesso all'area archeologica di Urvinum Hortense tutte opere progettate e finanziate durante la precedente amministrazione. Lo stesso non possiamo dire delle strade che circondano Cannara tutte provinciali come il ponte sul Topino.
Magari pensi l'assessore protempore a dare risposte a Cannara in merito alla vergognosa separazione dell'istituto comprensivo Bettona Cannara, su cui l'attuale amministrazione da lei sponsorizzata, brilla per un assordante e disinteressato silenzio, o magari pensi ai motivi per cui rassegnò le dimissioni dalla mia giunta dopo pochi mesi di mandato, anziché parlare di ciò che non conosce o finge di non conoscere e stia serena.

da Giovanna Petrini
Ex sindaco Comune di Cannara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2014 alle 00:36 sul giornale del 21 luglio 2014 - 610 letture

In questo articolo si parla di politica, cannara, giovanna petrini, donatella porzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7uH