Ancora 'bussi' in piena notte, l'indignazione di un cittadino: ''Tanto rumore per nulla''

Basilica di Assisi vista di notte 1' di lettura 08/09/2014 - Musica a tutto volume in piena notte, ancora una segnalazione nella città di Assisi da parte di Giovanni Angelucci, cittadino infastidito per il rumore di musica udito nella notte tra venerdì e sabato.

“Sono le 02:30 - scrive Angelucci nella sua lettera alla redazione -, e sto "vergando" questa e-mail, ma s'odono ancora “bussi” incombenti sul centro storico di Assisi. Non so individuare da dove questo rumore provenga, sembrerebbe dalla Rocca o dal Pincio.
Dopo il "rumore" mediatico di questi ultimi giorni, pare non essere successo nulla. Ordinanze, sdegno, veste stracciate, ma nulla più. Ci risiamo con rumori rave nel cuore della notte in Assisi. Non se ne può più di questo SCHIFO. È inaudito che ad Assisi avvengano queste cose.
Chi le autorizza??? Possibile che non si capisca che ciò non si addice al contesto assissiate? Non lo so, l'unica cosa è che di rave in Assisi non se ne può più”.





Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2014 alle 01:13 sul giornale del 08 settembre 2014 - 2043 letture

In questo articolo si parla di cronaca, assisi, basilica di san francesco, articolo, giovanni angelucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9qH


Davide Rossetti

09 settembre, 22:12
Annulliamo tutti gli eventi, come se ce ne fossero tanti. Continuiamo a uccidere cecamente la nostra cittá senza rendercene conto, ma tra qualche hanno chi rimarrà noterà il silenzio delle serate invernali senza turisti. Da giovane assisano, che ama la propria città, preferirei soffrire qualche ora notturna che subire il dolore della vista dell'avanzante abbandono della città.
D.R.

No, non bisogna annullare tutto...bisogna SELEZIONARE tutto, in maniera da rendere consono quello che si fa allo "spirito di Assisi".