Ospedalicchio in festa per i cento anni di nonna Peppa

Giuseppa Gabrielli 2' di lettura 15/09/2014 - Ospedalicchio, 13 settembre 2014. Particolare ed emozionante coincidenza per la festa dei cento anni della concittadina Giuseppa Gabrielli, ospedalicchiese da generazioni.

Un paese in festa che, nella cerimonia iniziata nella chiesa parrocchiale per uno straordinario compleanno, si raccorda, in onore e nel nome di "Peppa", non solo allo storico appuntamento di Papa Francesco al cimitero di Redipuglia, ma anche alla grande mostra fotografica che, in questi giorni, ha rassegnato con circa 700 foto la storia della gente di un centro che, in un solo secolo, ha visto una crescita esponenziale.
Giuseppa è nata appunto nel 1914, il 10 settembre, quando si entrava nel primo conflitto mondiale ed Ospedalicchio contava appena 300 abitanti, tutti racchiusi nella grande piazza quadrata, con qualche casengolo, ancora erede dell'antico latifondo, un sistema sovrano in queste ricche terre di pianura. Anche Giuseppa è nata ed ivi vissuta e, quasi una rarità, grazie ad un solido stato di salute sotto ogni aspetto, ricorda, senza però mai perdere di vista il futuro. Legge, cuce, è autonoma, segue la moda e la politica: tifa ancora in modo acceso per Berlusconi, la cui foto ha voluto togliere dalla cucina proprio nei giorni scorsi non certo per riporla, ma solo per il timore che i grassi la potessero rovinare. Una bella numerosa famiglia di nipoti e pronipoti, con una dolcissima nuora a cui lei spesso ricorda di prendere le medicine giuste, le fa quella compagnia proprio nella sua casa, ormai raro evento. Ai tanti che le facevano gli auguri una sola raccomandazione: " non fatemi cento di questi giorni, perché le stupidaggini non bisogna mai dirle", concludendo che "la vita è bella e si deve sempre guardare avanti, anche se la morte non mi fa paura, perché non vedo l'ora di rivedere mio figlio e mio marito, sempre nella mia mente".
La campana della lontana Redipuglia ha suonato quasi in contemporanea con quella del borgo di Ospedalicchio per l'anno 1914. Ma qui a festa.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2014 alle 02:38 sul giornale del 15 settembre 2014 - 455 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ospedalicchio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9JE