Porziuncola, inizia il mandato del nuovo custode Gugliotta

3' di lettura 17/11/2014 - Ieri mattina, nella Basilica papale di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, durante la solenne celebrazione eucaristica delle 11.30, è stato ufficialmente presentato dal Ministro Provinciale dei Frati Minori dell’Umbria, Claudio Durighetto, il nuovo Custode della Porziuncola, frate Rosario Gugliotta, da Pozzallo.


L’omelia è stata pronunciata da fr Rosario, che ha presieduto la santa messa, e subito, a seguire, le parole di accoglienza del Ministro Provinciale, che ha iniziato ricordando che appena tre mesi fa era stato presentato, come Superiore della Comunità della Porziuncola dei Frati Minori, il padre Vittorio Viola a cui ora vanno gli auguri per il cammino su cui l’ha voluto il Papa nominandolo Vescovo per la Chiesa di Tortona.
“Padre Vittorio sarà consacrato Vescovo proprio in questa Basilica il 7 dicembre”, ha evidenziato p. Claudio, per cui “abbiamo dovuto provvedere ad un nuovo Superiore per questa Comunità molto complessa, grande articolata con tante attività, una Comunità che è nel cuore dell’Ordine, casa madre dell’Ordine e anche della nostra Provincia e che comprende il Seminario, l’Infermeria, il centro di Pastorale Giovanile vocazionale, i Frati che fanno servizio alla Casa della Caritas, la Domus Pacis.
Accogliamo come Superiore, assicurandolo delle nostre preghiere e della nostra stima, il padre Rosario Gugliotta che oggi entra ufficialmente in questo ministero. Come Ministro Provinciale lo ringrazio per essersi fatto carico di questo servizio, per aver accettato questa obbedienza non facile, anche perché era appena giunto alla Comunità di San Damiano, ma padre Rosario non è certamente uno che nasconde i talenti, anzi è operoso, laborioso, serio e farà bene”. Parole di grande stima, dunque, che si concludono con un affidamento che alla Porziuncola non può mancare: “il suo nome mariano ‘Rosario’ ci fa ben sperare, ci fa essere certi che la Vergine Maria lo sosterrà nella sua missione e nel suo compito. E allora tanti auguri p. Rosario e buon servizio”.
La replica di p. Rosario è stata molto semplice e densa di gratitudine, innanzitutto nei confronti del Signore per la fiducia accordatagli e sempre rinnovata, poi anche verso il Ministro Provinciale che ha creduto al Signore e lo ha chiamato a svolgere questo servizio.
P. Rosario ha ammesso di sentire tutto il peso e la responsabilità a lui affidata, ma ha aggiunto: “mi conforta l’accoglienza che ho già ho ricevuto da parte dei fratelli. Mi conforta il fatto che mi sento a casa: qui ho ricevuto l’abito francescano, qui sono stato ordinato sacerdote, qui ho vissuto i primi anni sia di consacrazione religiosa che di vita nel ministero sacerdotale. Tutto questo mi apre il cuore e non nascondo la consapevolezza della difficoltà, del peso di quello che mi aspetta, ma il Vangelo oggi mi dice che oggi mi sono affidati tanti talenti: ognuno è un fratello, e di ciascuno dei fratelli che oggi mi sono affidati io dovrò rendere conto a Dio. Il Signore mi assista, la Vergine Maria interceda e mi affido anche alle vostre preghiere. Grazie”.






Questo è un articolo pubblicato il 17-11-2014 alle 03:58 sul giornale del 17 novembre 2014 - 412 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo, padre rosario gugliotta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abCn