Colletta alimentare, Assisi generosissima: raccolte 4 tonnellate di prodotti per i poveri

colletta alimentare 3' di lettura 01/12/2014 - Anche a nome del Presidente della “Fondazione Banco Alimentare Onlus – Umbria”, Dott. Valter Venturi, ringrazio di cuore i tanti volontari che hanno partecipato sabato 29 novembre in occasione della 18° edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.

In particolare ringrazio i tanti giovanissimi delle parrocchie di S. Rufino e di S. Maria degli Angeli che si sono messi al servizio della comunità, i Volontari tutti, i due privati che hanno offerto i mezzi per la logistica ed i tanti Cittadini “donatori”, che, durante la giornata di sabato, hanno deciso di fare la spesa per i più poveri del nostro Paese. E’ stato veramente bello vedere tanta solidarietà.
In Umbria sono stati coinvolti: 267 punti vendita, 18 catene GDO, 1.500 Volontari, 57 mezzi utilizzati, e sono stati raccolti 150.884 Kg di alimenti da destinare ai più bisognosi, rispetto al 2013 c’è stato un calo di generi alimentari donati, meno 1.756 Kg soprattutto nella zona del Ternano, ma se pensiamo alla crisi che attanaglia tutti ed in modo particolare le Famiglie dobbiamo ritenerci più che soddisfatti.
In particolare in Assisi stati coinvolti: 11 punti vendita, 162 Volontari, 2 mezzi utilizzati, e sono stati raccolti 4.062 Kg di alimenti, rispetto al 2013 c’è stato un aumento di 673 Kg di prodotti. E’ stato un grande spettacolo di carità, l’esperienza del dono eccede ogni aspettativa generando una eccezionale solidarietà umana. La nostra è un’Associazione in rete con la Fondazione Banco Alimentare Onlus e si occupa da 25 anni della valorizzazione sociale delle eccedenze alimentari, in tale ambito e pur nella limitatezza dei mezzi a disposizione, attraverso la Rete Banco Alimentare i prodotti vengono distribuiti gratuitamente ad oltre 8.998 Strutture Caritative ricettive in tutto il Paese, come mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà e centri d'accoglienza che ogni giorno aiutano quasi 2 milioni di persone.
L’Associazione Banco Alimentare dell’Umbria onlus, nata nel 1995 con l’impegno di aderire e realizzare nel proprio ambito, gli scopi che sono a fondamento della Fondazione Banco Alimentare, con il passare del tempo ha visto crescere attorno a sé sia le richieste di convenzione da parte di enti caritativi del territorio, sia le occasioni di coinvolgere persone attorno a questo gesto di carità cristiana.
Come Amministratore di Assisi devo anche comunicare una nota preoccupante: la bozza della legge di stabilità è stata votata in Parlamento. Ma tra i 47 articoli che la compongono, una sorpresa inaspettata: nessun accenno ad uno dei più grandi problemi dell’Italia di oggi: la povertà. Nelle 123 pagine della manovra finanziaria per il 2015 non si trova traccia di un finanziamento del Fondo nazionale di aiuto agli indigenti. Eppure, il numero di persone che non possono “permettersi” di fare la spesa è aumentato del 20% in un solo anno, tra il 2012 e il 2013: l’ultimo rapporto Istat fa rabbrividire, con 6 milioni di italiani annoverati tra i "poveri assoluti". Ovvero, al di sotto di uno standard di vita minimo accettabile.
Noi speriamo che lo Stato capisca che investire nel bisogno alimentare non è a fondo perduto, e nemmeno un problema di beneficenza. Accompagnare una famiglia verso migliori possibilità di vita è un investimento per un popolo tutto.

da Luigi Marini
Capogruppo consiliare Uniti per Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2014 alle 15:28 sul giornale del 02 dicembre 2014 - 436 letture

In questo articolo si parla di attualità, colletta alimentare, luigi marini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acjS