Buongiorno Assisi: ''Tutti in campagna elettorale, Assisi allo sbando''

Assisi panorama 1' di lettura 04/12/2014 - Il vuoto amministrativo di questi ultimi tempi ha prodotto una lite comica fra il Vicesindaco Tonino Lunghi e l'ex assessore al bilancio Moreno Massucci. Motivo del contendere lo stanziamento di 60 mila euro a favore delle piccole imprese.

Allora, si badi bene: stiamo parlando del nulla, perché 60mila euro sono niente, sarebbero poca cosa anche se venissero date a una sola azienda, ma invece avrebbero l'ambizione di tirare su le sorti di certe aziende in crisi.
Ebbene, Lunghi sostiene di essere lui il dispensatore di tanto ben di Dio, Massucci gli ricorda che la somma era già a bilancio dallo scorso anno. Una zuffa sul nulla, rappresentazione della paralisi amministrativa.
Questa è una piccola metafora per raccontare che amministratori ed ex-amministratori del comune di Assisi sono tutti, indistintamente, in campagna elettorale.
Ricci proprio se ne frega di Assisi, impegnato a bighellonare per l'Umbria con il furgone nella speranza di uno scranno in Regione, mentre gli altri della sua parte tirano ognuno la propria carretta, coltivando l'ambizione di candidarsi a sindaco alle prossime elezioni.
Quindi la città è senza un governo e si vede dallo stato di abbandono in cui versa: sporcizia diffusa, forazze intasate, strade malmesse, servizi scadenti, frazioni abbandonate a se stesse. Emblematica è la vicenda delle luminarie natalizie, segno di sciatteria e incapacità
Per non parlare degli interventi strutturali in tema di turismo, di servizi sociali, di cultura, di opere pubbliche. Tutto è fermo e la palude produce arretratezza.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2014 alle 03:34 sul giornale del 04 dicembre 2014 - 1148 letture

In questo articolo si parla di politica, assisi, buongiorno assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/actp