Cannara: la maggioranza si spacca, passa la mozione di Valore Comune

Comune di Cannara 3' di lettura 25/03/2015 - Dopo le dimissioni del vicesindaco continuano a Cannara gli equilibrismi di una maggioranza in preda a crisi di identità. All'ultimo consiglio comunale è andata in scena un'altra vicenda che dire amara è dire poco.

I consiglieri di Valore Comune, Roberto Ortolani e Federica Trombettoni, hanno proposto un ordine del giorno volto alla valorizzazione del punto di erogazione della Asl a Cannara (già distretto sanitario).
Il punto di erogazione rappresenta, in particolare nei piccoli comuni, un punto di riferimento importante in particolare per le fasce più deboli della popolazione.
A Cannara, sulla falsariga di ciò che è il trend della nostra Regione, c'è una forte presenza di persone anziane e una presenza di patologie di varia natura che riguardano non solo gli anziani ma anche le fasce più giovani della popolazione.
Attualmente il punto di erogazione è aperto per due soli giorni alla settimana per il servizio prenotazioni e ritiro analisi oltrechè per il servizio infermieristico. Viene quindi utilizzata solo una parte dei locali precedentemente occupati da altri servizi, ora centralizzati perlo più al Palazzo della salute a Bastia.
Nella consapevolezza che alcuni servizi altamente specialistici, anche per garantire l'efficienza e l'efficacia degli stessi, debbano trovare una collocazione stabile in strutture adeguatamente attrezzate e funzionali, si può però ipotizzare l'utilizzo dei locali del punto di erogazione per altri servizi anche in collaborazione con le associazioni socioculturali operanti nel territorio del Comune di Cannara come ad esempio: sedute di ginnastica e attività fisica per anziani sia per finalità riabilitative che preventive; laboratori di riabilitazione per minori con disturbi dell'apprendimento; corsi di formazione per assistenti a persone con bisogni speciali (anziani, disabili); corsi di formazione per la corretta alimentazione anche in collaborazione con le istituzioni scolastiche; laboratori di musicoterapia per gestanti e neonati.
Inoltre si potrebbe pensare un metodo per la distribuzione dei presidi sanitari (pannoloni, traverse, stick per il diabete ed altro) attualmente centralizzato ma che provoca notevoli disagi soprattutto agli anziani anche per la mancanza di collegamenti di trasporto pubblico da Cannara verso Bastia, ricercando la collaborazione di associazioni insieme al personale della Asl.
Naturalmente questi servizi potrebbero essere fruiti anche da utenti provenienti dai comuni limitrofi.
La proposta, che si poneva il duplice obiettivo di valorizzare e rivitalizzare il punto di erogazione e di fornire servizi attualmente non presenti ma di grande importanza per la popolazione, ha avuto il voto favorevole dei gruppi di opposizione e del capogruppo di maggioranza Mario Preziotti, mentre il resto della maggioranza dopo una prima dichiarazione di voto contrario ha ripiegato sull'astensione, un ulteriore dimostrazione del disinteresse verso i problemi concreti della cittadinanza.
"La nostra proposta - spiegano i consiglieri di Valore Comune - priva di qualunque cenno polemico, nasce dal confronto e dalla richiesta di tanti cittadini e l'abbiamo portata in consiglio comunale con il proposito di ottenere il voto favorevole unanime per dare forza ad un progetto per Cannara; ancora un'occasione persa per il sindaco e per la maggioranza che anzichè pensare a Cannara sono impelagati in manovre e manovrine in vista delle prossime elezioni regionali, disinteressandosi completamente del bene della comunità".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2015 alle 03:44 sul giornale del 25 marzo 2015 - 802 letture

In questo articolo si parla di politica, cannara, valore comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahc5