Calcio: traguardo storico per l'Angelana C5 che vola in finale

Angelana C5 3' di lettura 09/04/2015 - Un'Angelana strepitosa vince anche in Piemonte una gara da un finale avvincente e accede alla finale di Coppa Italia Nazionale, traguardo storico, tenendo alti i colori della cittadina ai piedi di Assisi e il nome dell'Umbria intera.

In finale, in programma tra fine aprili e inizio maggio con sfide di andata e ritorno, incontrarà la vincente dell'altra semifinale fra Roma e Reggio Calabria, da disputare. 4 a 3 il risultato finale ottenuto in rimonta contro lo Spring Team, squadra molto forte e preparata, battuta sia all'andata che al ritorno, questa volta con le marcature di Rosselli su rigore, poi Giardini, Rafael Giorgio e Hicam.
È stata una partita combattuta (ai giallorossi bastava il pari per passare il turno), dove l'Angelana, sotto per 3-1 (doppietta di Licciardi e gol di Negro per i piemontesi) ancora al 24' del secondo tempo, ha tirato fuori classe e rabbia e portato a casa una vittoria entusiasmante, giocando 6 minuti di fuoco e spingendo al massimo sull'acceleratore, sempre con concentrazione e mantenendo la calma, cosa non facile. Alla fine grandissima festa negli spogliatoi e soddisfazione immensa per allenatore, giocatori e società.
Così Pergalani, raggiante, nel dopo gara: "Siamo un gruppo meraviglioso. Sono felicissimo per aver battuto una squadra fortissima e davvero preparata. Abbiamo gestito alla perfezione la parte centrale e decisiva della gara, quando con il portiere in movimento, siamo stati perfetti. Adesso ci aspetta una finale storica, grazie ai ragazzi che, fino a quando l'arbitro non fischia la fine, non mollano mai".
Poi l'elogio al gruppo: "Grandissimi tutti, non parlo dei singoli, posso dire che il nostro portiere è una garanzia ed oggi è stato strepitoso - ha concluso Pergalani - alleno un gruppo unico, fatto di grandi persone". Rafael Giorgio è raggiante, quasi con le lacrime agli occhi: "Non ho parole, sono felicissimo per me e per la squadra, al gol sono esploso di gioia, per me è fondamentale e ringrazio chi ha creduto in me. Non è finita, adesso ci aspetta un mese avvincente e per me inizia la vera avventura; oggi è stato incredibile, pensavo di sognare. Grazie a tutti, grandissima vittoria!".
Giardini, preziosa e spettacolare la sua marcatura: "In quei casi non pensi a nulla, ho tirato una gran botta anche con un po' di incoscienza, è andata bene e sono davvero felice; ne è uscito un gran gol e soprattuto decisivo, sono davvero contento".
Infine Michele Carpinelli, il portiere giallorosso che ha dato vita ad una prestazione perfetta, praticamente un muro: "È una stagione indescrivibile, siamo una grande squadra è un gruppo fantastico. Tutti i ragazzi sono unici, in questo sport mai dire mai, fino alla fine tutto è possibile, con noi ancora di più". In finale meglio Roma o Raggio Calabria? "Le finali - ha concluso l'estremo difensore - sono finali, contro Roma saluterei Angelini e Rubei, li conosco bene".
E sabato in campionato al Palaitis contro il Monteleone, una vittoria e quindi i tre punti, significherebbero serie B è ancora grande festa: l'Angelana non si ferma più.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2015 alle 01:09 sul giornale del 09 aprile 2015 - 477 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahN0





logoEV